Cronaca

Carabinieri, sulle auto del Nucleo radiomobile arriva "Odino"

Il sistema, posizionato sui cruscotti delle nuove Gazzelle Seat Leon, permetterà ai militari dell'Arma di eseguire controlli maggiori e più veloci su persone e mezzi. A Novara sono già quattro i dispositivi a disposizione dei carabinieri

L'Arma dei carabinieri sempre più moderna e tecnologica: sulle auto del Nucleo radiomobile di Novara è infatti arrivato "Odino", un apparecchio che consente alle forze dell'ordine di eseguire controlli maggiori e più veloci su persone e mezzi.

Acronimo di "Operational device for information, networking and observation", il sistema Odino permette il controllo in tempo reale delle banche dati delle forze di polizia, della Mmtorizzazione e dell’Ania. Si tratta di un tablet da 7'', che gira su Android e che opera in rete con il sftware delle sale operative, a cui può inviare foto e video.

L'apparecchio, che può essere spostato di auto in auto e utilizzato anche dal personale appiedato, è dotato di due telecamere integrate e di un microfono; con il sistema Odino i carabinieri potranno implementare e migliorare il controllo del territorio grazie alle diverse funzionalità presenti sul tablet: dalla geolocalizzazione alla videosorveglianza, dall'allarme all'accesso alle banche dati, dal navigatore satellitare alla messaggistica istantanea.

In questo modo, i controlli dei carabinieri saranno più veloci e più precisi: con "Odino", infatti, i militari dell'Arma avranno a disposizione più informazioni e dettagli. Tutto questo si traduce, così, in una maggiore sicurezza per i cittadini: "Per la prima volta - hanno commentato dal Comando provinciale dei carabinieri di Novara - l'operatore non è più solo".

A Novara il sistema Odino, che è un'iniziativa nazionale, è attivo da un mese; sono quattro i dispositivi già a disposizione dei carabinieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri, sulle auto del Nucleo radiomobile arriva "Odino"

NovaraToday è in caricamento