Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Proseguono le indagini sulla 25enne residente a Novara trovata morta nel milanese

Attorno al collo la ragazza aveva strette le trecce della sua parrucca. Si indaga per omicidio

Foto di repertorio - MilanoToday

Proseguono le indagini per la morte di Blessing Tunde, la 25enne residente a Novara trovata morta a Mazzo di Rho

Omicidio della 25enne residente a Novara strangolata nel milanese: arrestato l'ex fidanzato

L'ultima ad averla sentita è stata la sua coinquilina, con cui abitava in un appartamento a Novara. Era lunedì 3 maggio, ora di pranzo: Blessing le aveva detto di essere arrivata a Rho per comprare una borsetta. Poi nulla, fino al pomeriggio di mercoledì 12 maggio, quando il suo corpo è stato trovato tra i cespugli di una stradina sterrata nei pressi di via Amendola, nella frazione Mazzo di Rho. 

La ragazza era vestita e aveva con sé la borsetta, al cui interno è stata trovata una tessera sanitaria. Da lì gli investigatori sono risaliti alla sua identità e alla denuncia di scomparsa presentata il 7 maggio dalla coinquilina, una connazionale con la quale Blessing condivideva una casa a Novara.  Il medico legale, nella sua analisi, ha certificato che il decesso è avvenuto con ogni probabilità per asfissia. La 25enne, infatti, aveva le trecce di una parrucca che indossava strette per due volte attorno al collo. 

I carabinieri hanno già perquisito l'abitazione novarese della giovane. Al momento all'appello manca soltanto il cellulare della vittima: resta da capire se sia stata lei a liberarsene o se lo ha portato via qualcuno. Alla ricerca di elementi utili i carabinieri stanno analizzando anche le immagini delle telecamere di sorveglianza di un'azienda vicina: da lì potrebbe arrivare qualche elemento utile per fare luce sulla vicenda. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proseguono le indagini sulla 25enne residente a Novara trovata morta nel milanese

NovaraToday è in caricamento