Cronaca Santa Rita / Via Aldo Maria Scalise

Omicidio di Santa Rita: convalidato il fermo di Nicola Sansarella

Il 40enne accusato dell'omicidio dell'amico Andrea Gennari resta in carcere. Domani, invece, sarà eseguita l'autopsia sul corpo della vittima, per stabilire come e quando sia avvenuto il decesso

E' stato convalidato nella mattinata di ieri il fermo di Nicola Sansarella, il 40enne che avrebbe ucciso l'amico Andrea Gennari. Sansarella resta quindi in carcere; per lui l'accusa è quella di omicidio volontario.

Nella giornata di domani, invece, sarà eseguita l'autopsia sul corpo della vittima, per stabilire come e quando sia avvenuto il decesso.

Agli inquirenti, infatti, Sansarella avrebbe raccontato di aver aggredito l'amico dopo una lite nata perchè voleva impedire a Gennari di mettersi alla guida ubriaco per rientrare a casa.

Per fermarlo l'avrebbe quindi picchiato e lasciato (ancora vivo, secondo quanto da lui raccontato) nella baracca di un altro amico (Cristian Guerrini) negli orti della zona. Gennari, però, non sarebbe sopravvissuto all'aggressione e Sansarella avrebbe quindi deciso di nascondere il corpo senza vita dell'amico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Santa Rita: convalidato il fermo di Nicola Sansarella

NovaraToday è in caricamento