rotate-mobile
Cronaca Borgomanero

Capodanno, anche a Borgomanero niente botti tra il 30 dicembre e il 1° gennaio

Il divieto riguarda le aree dei centri storici della città e delle frazioni, i parchi, le arre vicino a chiese, ospedale e case di riposo, scuole e gattile

Anche a Borgomanero vietati i botti di Capodanno, dal 30 dicembre al 1° gennaio.

Nella mattinata di ieri, venerdì 29 dicembre, il sindaco Sergio Bossi ha infatti firmato l’ordinanza n° 399 (già affissa all’Albo pretorio e pubblicata sul sito internet del Comune) per la tutela delle persone e degli animali dai possibili danni derivanti dall’uso di materiale esplodente e sull’utilizzo di fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e materiale pirotecnico.

Le disposizioni saranno in vigore dal 30 dicembre al 1° gennaio in specifiche zone della città. Ai fini della tutela dell’incolumità pubblica, ed in particolar modo della popolazione malata e anziana, per la sicurezza urbana ai fini del rispetto delle norme che regolano la convivenza civile, per la protezione del patrimonio pubblico e degli animali il provvedimento ordina il divieto di utilizzo di petardi, botti, articoli pirotecnici in diversi luoghi della città: nei centri storici del capoluogo e delle frazioni; nelle vicinanze di edifici di culto; in tutti i parchi pubblici; nelle aree limitrofe all’ospedale e alle case di riposo; nelle aree limitrofe agli edifici scolastici; nella via Resega dove è presente il gattile.

La mancata osservanza dell’ordinanza, è punita con sanzioni amministrative pecuniarie da 50 a 500 euro.

Ordinanze simili sono state firmate anche nei Comuni di Castelletto, Arona, Pombia, Oleggio, Grignasco, e Agrate Conturbia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno, anche a Borgomanero niente botti tra il 30 dicembre e il 1° gennaio

NovaraToday è in caricamento