rotate-mobile
Cronaca

Novara, niente alcolici nei pressi della stazione: ecco l'ordinanza

L'obiettivo quello di garantire i diritti di chi vive e lavora nell'area della stazione. Fino al 30 settembre nella zona di via San Francesco e viale Manzoni sperimentazione della chiusura anticipata dei bar

A Novara arriva una nuova ordinanza contro il degrado notturno: vietato consumare alcolici nella zona di piazza Garibaldi.

Con l'ordinanza numero 642, firmata il 1° luglio dal sindaco Andrea Ballarè, il Comune intende infatti limitare al massimo l'abbandono di bottiglie e lattine, gli schiamazzi notturni e i comportamenti "anti sociali" che si sono spesso verificati nella zona della stazione ferroviaria novarese.

Nei prossimi tre mesi estivi, fino al 30 settembre, in via San Francesco e viale Manzoni, sarà quindi sperimentata la limitazione dell’orario di apertura dei bar che dovranno chiudere alle ore 22 da lunedì a giovedì, mentre da venerdì a domenica potranno abbassare le serrande alle 23.

"Sono soprattutto alcuni tra coloro che frequentano abitualmente i bar ed i negozi di alimentari della zona - ha dichiarato il sindaco Andrea Ballarè - a causare gravi disagi per i residenti, occupando in modo improprio i marciapiede e, a causa dell’alcool consumato, innescando risse che creano allarme nella cittadinanza del centro città".

"Anche per questi motivi - ha spiegato il primo cittadino - abbiamo deciso di muoverci con una strategia differente rispetto al passato, ampliando l’area di sorveglianza e di divieto: infatti, a partire dalle 18, i bar che si trovano nel perimetro compreso a nord e a ovest da viale Dante e viale Manzoni, con via Maestra, a sud da via Solferino, Corso della Vittoria, Baluardo Partigiani e ad est nel tratto di Corso Cavallotti che collega Largo San Lorenzo a Viale Ferrucci non potranno vendere per asporto o somministrare bevande alcoliche di qualsiasi gradazione al di fuori dei propri locali".

"Per lo stesso motivo - ha aggiunto Ballarè - gli esercizi commerciali di generi alimentari dello stesso perimetro non potranno vendere per asporto bevande alcoliche dopo le 18. E questa è una novità assoluta, perché sino ad oggi questi esercizi non erano stati coinvolti in questo tipo di iniziative".

Inoltre, sarà vietato consumare in qualsiasi orario bevande alcoliche sulla pubblica via (ad eccezione quindi dell’interno dei bar) nel perimetro viale Dante - viale Manzoni - via Maestra - via Solferino - corso della Vittoria - Baluardo Partigiani e l'ultimo tratto di corso Cavallotti da largo San Lorenzo sino a viale Ferrucci.

Tutte le disposizioni concernenti il perimetro compreso a nord e a ovest da viale Dante e viale Manzoni, con via Maestra, a sud da via Solferino, corso della Vittoria, Baluardo Partigiani e ad est nel tratto di corso Cavallotti che collega largo San Lorenzo a viale Ferrucci non hanno limiti temporali come invece quelle riguardanti le via San Francesco e Manzoni. Le sanzioni amministrative previste vanno da 25 fino a 500 euro. In caso di recidiva potrà essere disposta la sospensione dell’attività commerciale.

"Il provvedimento - ha concluso il sindaco -  non ha alcun carattere ideologico. Non abbiamo iniziato una crociata contro questa o quella categoria sociale o etnica. L’ordinanza è frutto dell’ascolto dei cittadini che vivono e lavorano nell’area di piazza Garibaldi, ed é stata pienamente condivisa con le forze dell'ordine, che si impegneranno nei controlli necessari. Ma la strategia di lotta contro il degrado di questa zona non si limiterà alle azioni di contrasto ai comportamenti devianti. Stiamo già progettando una serie di azioni per recuperare ad una fruizione sociale condivisa questi spazi importanti nel centro della città".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, niente alcolici nei pressi della stazione: ecco l'ordinanza

NovaraToday è in caricamento