A scuola con il pasto da casa: salgono a 97 le famiglie interessate

Sette, invece, gli istituti comprensivi della città interessati all'iniziativa. Entro fine anno, incontro tra le parte per discutere dell'attivazione del servizio

Salgono a 97 le richieste avanzate dalle famiglie novaresi all’assessorato all’Istruzione per il pasto domestico a scuola. I dati sono aggiornati al 15 dicembre scorso.

Sono invece sette, come noto, gli istituti comprensivi interessati: cinque complessivamente le manifestazioni di gradimento registrate al "Bellini", 28 al "Bottacchi", 19 al "Levi Montalcini", 13 al "Fornara Ossola", 19 al "Duca d’Aosta", 11 al "Boroli", due al "Margherita Hack".

"Con il termine dell'indagine - spiegano l’assessore all’Istruzione Angelo Sante Bongo e il funzionario dell’assessorato Mauro Merlini - è stato convocato entro fine anno un incontro tra le parti presso lìassessorato con l’obiettivo di un confronto sulle fasi in essere e in progettazione riguardanti l’attivazione del servizio: considerata la complessità e le ampie ricadute che questo avrà, anche in termine di tempistiche, si valuta indispensabile un coordinamento che coinvolga tutti i soggetti interessati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Cirio: "Piemonte in zona arancione", ma gli ospedali sono al limite e non si fanno tamponi agli asintomatici

  • Coronavirus, l'ospedale Maggiore di Novara deve aprire un nuovo reparto di terapia intensiva

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus, a Novara tamponi rapidi a pagamento nel parcheggio dell'ex Sporting: come prenotarli

  • Novara, pranzavano seduti al tavolino di un bar: multati dai vigili

  • Coronavirus, 6 persone positive al covid decedute all'ospedale di Novara in 24 ore

Torna su
NovaraToday è in caricamento