rotate-mobile
Cronaca

Pendolari, nuovo orario: il Torino-Milano delle 6,50 posticipato di 5 minuti

Tutta colpa dell'Alta Velocità. A denunciare la situazione è il Comitato Pendolari Torino-Milano: con il nuovo orario i lavoratori non faranno più in tempo ad entrare in ufficio alle 9

Il nuovo orario invernale del trasporto ferroviario regionale entrerà in vigore il prossimo 9 dicembre.

Ma da Palazzo Lascaris a Torino sono già arrivate le prime anticipazioni, che ovviamente hanno immediatamente scontentato i pendolari piemontesi. Secondo la nuova tabella, infatti, per favorire l'Alta Velocità Torino-Milano, il regionale veloce 2005 che parte da Torino alle 6,50 per raggiungere Milano alle 8,42 è stato posticipato di 5 minuti.

Una tragedia per i lavoratori novaresi e piemontesi, che utilizzavano lo storico convoglio per entrare nei loro uffici milanesi alle 9.

A denunciare la situazione è il Comitato Pendolari Torino-Milano: "Non potendo più entrare in ufficio in orario i pendolari dovranno partire da Torino, Chivasso, Santhià, Vercelli e Novara con il regionale veloce 2003, che parte da Torino alle 5,53, arrivando a Milano Centrale un'ora prima, alle 7,45. I lavoratori dovranno così attendere un'ora fuori dagli uffici prima di poter entrare. Da sempre, i pendolari piemontesi chiedevano di anticipare e non di posticipare l'arrivo a Milano Centrale".

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pendolari, nuovo orario: il Torino-Milano delle 6,50 posticipato di 5 minuti

NovaraToday è in caricamento