Novara, una nuova piazza per Sant'Andrea

Sottoscritto l’accordo tra il Comune e la Fondazione De Agostini per la riqualificazione dell’area verde tra via Redi e via delle Rosette

L'area da riqualificare in via Redi

"Sant'Andrea non ha un luogo di aggregazione: per questo abbiamo deciso di crearlo, grazie alla collaborazione di Fondazione De Agostini". Così il sindaco Alessandro Canelli ha spiegato il perchè, tra tutte le zone di Novara, è stato scelto proprio quel quartiere. "Per anni è stata una zona sottovalutata e adesso stiamo lavorando per riqualificarla. Sono già iniziati i progetti di Ferrovie nord, la sistmazione dei bagni pubblici e le asfaltature di via delle Rosette e di altre strade".

firma protocollo de agostini-2

Grazie a 305mila euro finanziati da Fondazione De Agostini nascerà quindi una nuova piazza, con verde pubblico, panchine e giochi per i bambini, perchè anche Sant'Andrea abbia un luogo di aggregazione. In quel punto, tra via Redi e via delle Rosette, di fianco alla scuola primaria Thouar, ora c'è solo vegetazione incolta e immondizia, ma entro marzo 2019 l'area sarà riqualificata.

"Per il nostro decennale - ha spiegato il presidente di Fondazione De Agostini Roberto Drago - abbiamo deciso di realizzare un progetto con il Comune. Quando siamo venuti a parlarne ci è stata subito proposta come area da riqualificare Sant'Andrea e l'idea ci è piaciuta". "In questi 10 anni di attività - ha spiegato Drago - abbiamo finanziato oltre 80 progetti per 12 milioni di euro, di cui 7 milioni nel novarese. L'idea della riqualificazione potrebbe essere riproposta in futuro anche in altre periferie della città che ne hanno bisogno".

Assa intanto si è già messa al lavoro per la bonifica dell'area, che sarà conclusa entra il 30 ottobre e costerà al Comune 10mila euro. Una volta terminata i progettisti di Fondazione De Agostini potranno mettersi al lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

Torna su
NovaraToday è in caricamento