Vespolate, picchia la compagna e le ruba carta di credito e telefono: arrestato

E' successo nella notte tra lunedì e martedì. Sul posto sono intervenuti i carabinieri

Foto di repertorio

Picchia e deruba la compagna, che finisce in ospedale. L'uomo, un giovane di 27 anni, è stato però arrestato dai carabinieri.

E' successo nella notte tra lunedì 21 e martedì 22 settembre a Vespolate.  A finire in manette, F.J., cittadino di origine nigeriano residente a Novara, ma di fatto domiciliato a Vespolate.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Norm, allertati dalla vittima. Secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma, il 27enne, ubriaco, ha aggredito la compagna con un calcio e un puglio, per poi impossessarsi con la forza di una carta di credito e del telefono cellulare della vittima.

L'uomo è stato subito intercettato dai carabinieri in piazza Martiri della Libertà, ed è stato arrestato per "rapina", mentre la donna è stata portata all'ospedale Maggiore di Novara, dove le hanno riscontrato lesioni guaribili in una decina di giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: il cambio di colore sarà sabato o domenica?

  • Coronavirus, il Piemonte rischia la zona arancione

  • Incidente a Trecate, camion perde il carico e travolge tre auto: un ferito incastrato nell'abitacolo

  • Coronavirus, nuovo decreto: niente spostamenti tra regioni, il Piemonte verso l'area arancione

  • Dpcm: le nuove regole per asporto, spostamenti, sci e scuole. Piemonte verso la zona arancione

  • Coronavirus, Piemonte confermato in zona gialla fino al 16 gennaio

Torna su
NovaraToday è in caricamento