Maltrattano e picchiano la figlia con un cintura e un mestolo: genitori denunciati

Per i due è scattato il "Codice rosso" con divieto di avvicinamento

Maltrattavano e picchiavano la figlia 19enne che, disperata, si è rivolta ai carabinieri.

La giovane ha denunciato le percosse e le violenza, fisiche e psicologiche, a cui i genitori, originari di un paese centro africano, la sottoponevano ormai da tempo. La ragazza era stata, tra l'altro, anche picchiata con una cintura e con un mestolo da cucina e aveva subito lievi lesioni ad opera della madre e del padre.

Dopo aver trovato il coraggio di denunciare la 19enne è stata trasferita in una casa protetta, mentre per i genitori è scattato il "Codice rosso", ossia il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, emesso dal Gip della procura di Novara. 

I due dovranno rispondere del reato di “maltrattamenti in famiglia”, previsto e punito dall’art. 572 del codice penale, che prevede che “chiunque...maltratta una persona della famiglia o comunque
convivente, o una persona sottoposta alla sua autorità o a lui affidata per ragioni di educazione, istruzione, cura, vigilanza o custodia, o per l'esercizio di una professione o di un'arte, è punito con
la reclusione da tre a sette anni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, scuole chiuse e manifestazioni sospese a Novara: l'ordinanza del Comune

  • Coronavirus, tende da campo davanti al pronto soccorso di Novara

  • Coronavirus, in Piemonte un caso confermato: negativi gli altri 15

  • Coronavirus: annullate le sfilate di carnevale a Oleggio, Galliate e Trecate, chiuso il Tredicino

  • Arona, sul Lago Maggiore tornano le Frecce Tricolori

  • Incidente a Novara, ciclista investito in via delle Rosette

Torna su
NovaraToday è in caricamento