Coronavirus, Piemonte tra le prime regioni per tamponi ogni 100mila abitanti

Superate Lombardia, Emilia-Romagna e Toscana, ma è necessario aumentare il numero dei test

L'esito del rapporto della Fondazione GIMBE rivela che il Piemonte è ora tra le prime regioni in Italia per numero di tamponi. 

"Orgoglioso del duro lavoro svolto in questi mesi e fiducioso di incrementare il numero di tamponi in regione tenendo testa al Veneto" ha commentato L’assessore regionale con delega alle Attività dei Laboratori, Matteo Marnati. Analizzando i dati di tutte le Regioni negli ultimi 14 giorni, la Fondazione Gimbe ha rilevato che circa un terzo dei tamponi sono "di controllo" e che il numero di tamponi per 100.000 abitanti/giorno è ancora molto esiguo rispetto alla massiccia attività di testing necessaria nella fase 2. La Fondazione ha quindi raggruppato le Regioni in base al numero di tamponi totali effettuati giornalmente ogni 100mila abitanti. La Media nazionale è di 88 tamponi per 100.000 abitanti/die e il Piemonte con una media di 117 ogni 100.000 abitanti si colloca al secondo posto prima di Emilia Romagna e Liguria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Classe 1 (>250): nessuna regione
  • Classe 2 (130-250): Provincia autonoma di Trento, Valle D’Aosta, Provincia autonoma di Bolzano, Veneto, Friuli-Venezia Giulia
  • Classe 3 (100-129): Piemonte, Emilia-Romagna, Umbria, Liguria
  • Classe 4 (60-99): Lombardia, Marche, Basilicata, Toscana, Molise, Abruzzo, Lazio
  • Classe 5 (<60): Sardegna, Calabria, Campania, Sicilia, Puglia

"Sono orgoglioso del lavoro svolto – ha sottolineato Marnati - abbiamo risalito la china in un momento di grande emergenza. C'è ancora molto lavoro da fare ma non dobbiamo abbassare la guardia, il Piemonte è una grande regione e c'è un grande potenziale di miglioramento. Metteremo a sistema i laboratori per essere pronti a ogni tipo di emergenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da lunedì 26 ottobre a Novara (di nuovo) niente più visite e ricoveri non urgenti

  • Coronavirus, coprifuoco in Piemonte dalle 23 alle 5: la nuova autocertificazione

  • Cambio dell'ora, torna quella solare: si dorme un'ora in più

  • Coronavirus, da lunedì anche in Piemonte coprifuoco dalle 23 alle 5

  • Coronavirus, Conte ha firmato il Dpcm: bar e ristoranti fino alle 18, chiuse palestre e piscine

  • Novara, due risse sabato sera: una in centro e una in viale Kennedy

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento