Cronaca

Coronavirus, il Piemonte sarà in zona arancione o gialla? La decisione oggi

In giornata dovrebbe arrivare l'ordinanza del ministro Speranza: la Regione verso la zona gialla

L'ordinanza del ministro Speranza è attesa per oggi, venerdì 19 febbraio: sarà quella a stabilire in quale zona di rischio di trova ogni regione italiana.

Il Piemonte è tra quelle che hanno dati al limite: secondo il governatore piemontese Cirio i dati del pre report di mercoledì 17 fanno ben sperare. "La situazione non è peggiorata, è stabile - ha detto Cirio ieri - L'Rt, seppur in lieve crescita, rimane comunque sotto l'1, quindi i numeri sono da Piemonte in zona gialla. Il verdetto spetta al Cts, spetta a Roma. Siamo convinti che con questi numeri il posizionamento della Regione sia questo, ma dovrà deciderlo domani il Cts e, in seguito, il ministero della Salute".

La decisione finale quindi arriverà nella giornata di oggi: l'eventuale passaggio in zona arancione dovrebbe avvenire a partire da domenica 21 o da lunedì 22. Se dovesse esserci il passaggio in zona arancione, potranno rimanere aperti i negozi, ma chiudono bar, ristoranti e musei. Rimane, come al solito, il coprifuoco dalle 22 alle 5 e torna l'obbligo di giustificare gli spostamenti al di fuori del proprio comune di residenza: resta in vigore il permesso, per chi abita in paesi con meno di 5mila abitanti, di spostarsi nel raggio di 30km, ma non verso il capoluogo. Consentiti invece gli spostamenti per svolgere attività sportiva, purchè nella stessa regione, e le visite in casa di amici e parenti nello stesso comune (o nel raggio di 30km, per chi abita in comuni con meno di 5mila abitanti) per due persone più eventuali figli minori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il Piemonte sarà in zona arancione o gialla? La decisione oggi

NovaraToday è in caricamento