Cronaca

Camminata del Parco del Ticino, 70enne morto per la puntura di una calabrone

Sarebbe stata la puntura dell'insetto a provocare l'infarto al podista durante la corsa

La puntura di calabrone è molto dolorosa ma è pericolosa solo in caso di allergia

Un infarto, forse provocato dalla puntura di un calabrone, ha stroncato un 73enne durante l'ottava edizione della Camminata nel Parco del Ticino. L'uomo residente a Cassano Magnago, B.G. le sue iniziali, si è sentito male domenica 6 agosto in mattinata mentre percorreva i 29 chilometri della gara non competitiva. 

A quanto riportano diversi testimoni il podista, insieme ad altri, sarebbe stato attaccato da uno sciame di calabroni: un altro corridore di 55 anni è stato infatti soccorso dal personale medico sul posto proprio per una puntura, fortunatamente non grave. Si fa avanti così l'ipotesi che dietro alla morte del 73enne ci sia uno shock anafilattico dovuto all'insetto, visto che sembra che l'uomo sia stato punto in testa. La puntura di calabrone, di per sè, è molto dolorosa ma non pericolosa, a meno che non si sia allergici. L'autopsia, disposta in questi giorni, farà luce sulla questione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camminata del Parco del Ticino, 70enne morto per la puntura di una calabrone

NovaraToday è in caricamento