Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Prime due gravidanze ottenute con procreazione assistita a Galliate

Il centro di secondo livello di Galliate lavora a pieno regime, fornendo alle coppie infertili un'assistenza a 360 gradi

Sono due le prime gravidanze ottenute dal centro di procreazione assistita dell'ospedale di Galliate.

Il centro di secondo livello è stato aperto a metà ottobre, sotto la direzione del professor Nicola Surico. Le prime due gravidanze hanno superato le 12 settimane di gestazione. "Siamo in attesa – spiegano al Centro – dell’evoluzione positiva di altri trattamenti in corso".

Il centro ha permesso di offrire un nuovo punto di riferimento per le coppie infertili del novarese, di tutto il Piemonte orientale e anche per coppie già afferite in altri centri, soprattutto lombardi. E’ stato rilevato un incremento notevole delle richieste di prima consulenza per infertilità e anche il ritorno di pazienti già note al centro (quando attuava tecniche di primo livello) destinate alla procreazione assistita di secondo livello che si erano rivolte ad altre strutture a causa, in passato, dell’assenza di questo servizio presso la sede di Galliate.

Obiettivo del centro è quello di garantire un’assistenza a 360 gradi riguardo la diagnosi e la terapia dell’infertilità, istruendo anche le coppie non ancora candidabili alla procreazione assistita alla cura e alla preservazione della propria fertilità. Un altro obiettivo che è stato raggiunto è stato quello di azzerare o comunque ridurre la lista d’attesa sia per la diagnosi che per le procedure da effettuare in modo da garantire un servizio veloce ed efficace in pazienti dove l’età della donna risulta essere una delle maggiori concause di sterilità.

La finalità del Centro è una gestione “personale” della coppia: i pazienti non sono “numeri”. La personalizzazione del trattamento parte dalla prima consulenza e il trattamento prescelto non è standardizzato ma i dosaggi terapeutici vengono decisi sulla base dei vari fattori che contraddistinguono la paziente. La presenza quotidiana del personale medico e infermieristico/ostetrico dedicato ed esclusivo garantisce una continuità assistenziale fondamentale nel campo della procreazione assistita, Inoltre la figura professionale del biologo presente in laboratorio giornalmente garantisce l’osservazione continua dei gameti e degli zigoti/embrioni ottenuti. Il lavoro di equipe tra ginecologi e biologo permette di poter scegliere il meglio per la paziente sia per il ciclo di procreazione in corso sia per i futuri cicli in caso di fallimento.

Il personale infermieristico e para-infermieristico permette un’assistenza completa della coppia sia durante i colloqui di diagnosi e controllo esami sia durante il ricovero e una assistenza telefonica giornaliera dalle ore 7,30/8 alle ore 15,30/16. "I risultati ottenuti – confermano al centro – ci stimolano sempre di più a migliorare le tecniche, la gestione e il trattamento personalizzato dei pazienti che accedono al nostro servizio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prime due gravidanze ottenute con procreazione assistita a Galliate

NovaraToday è in caricamento