menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trecentomila euro per tre progetti emblematici novaresi

La Fondazione Comunità del Novarese e Cariplo annunciano i vincitori: sono la parrocchia del Sacro Cuore di Novara, l'associazione Mamre di Borgomanero e il comune di Cureggio

La Fondazione Comunità Novarese ha annunciato i vincitori del bando per i progetti emblematici minori. Grazie al contributo di Fondazione Cariplo ad ogni iniziativa saranno donati 100mila euro.

"La Fondazione Cariplo sostiene queste iniziative perchè è importante mantere il legame con il territorio" ha detto la vice presidente Mariella Enoc. "Siamo molto soddisfatti – ha spiegato il presidente della Fondazione della Comunità del Novarese Cesare Ponti – perché i tre progetti scelti hanno una grande valenza territoriale, sono anche in provincia, non solo a Novara, e riguardano entrambi gli ambiti di azione: Arte e Cultura e Servizi alla Persona".

Il primo progetto è quello dell'Associazione Mamre onlus di Borgomanero. Negli ultimi 18 anni, infatti, la “Casa Piccolo Bartolomeo” ha ospitato più di 300 persone, tra donne e bambini con diverse tipologie di disagio, al fine di accompagnarle verso un reinserimento nel tessuto sociale. In base ai nuovi criteri fissati dalla Regione Piemonte, tale centro risulta, oggi, inadatto a proseguire il servizio. Non essendo possibile una sua ristrutturazione e risultando troppo onerosa la ristrutturazione di altro fabbricato già esistente, si rende necessario l’acquisto di un terreno e la costruzione di una struttura prefabbricata. La nuova casa prevede sei camere con bagno che potranno ospitare altrettanti nuclei mamma-bambino in condizione di disagio, segnalati dai servizi sociali.

Il secondo beneficiario è il Comune di Cureggio, che realizzarà un centro didattico e di documentazione del Medioevo novarese. Il progetto prevede una serie di azioni ben strutturate finalizzate alla valorizzazione del patrimonio storico e artistico del Comune di Cureggio e di alcuni Comuni “in rete”. L’amministrazione comunale intende allestire un percorso espositivo didattico e di documentazione relativo alla storia del popolamento, alle chiese battesimali, oratori, pievi e aree cimiteriali della Diocesi novarese tra il V e il XII secolo. Il Centro didattico offrirà ai visitatori informazioni sulla storia di Cureggio, sul suo Battistero e sugli altri edifici battesimali siti nei Comuni della rete (Agrate, Baveno, Montorfano, Orta San Giulio, Quarona, Sizzano e Novara).

L'ultimo progetto si chiama "Educare a tutto campo", realizzato dalla parrocchia del Sacro Cuore di Novara. Il progetto prevede l’integrazione dei soggetti più svantaggiati e la prevenzione della devianza attraverso l’iniziazione allo sport e la pratica sportiva dilettantistica, mediante recupero funzionale dell’area sportiva esterna e degli spogliatoi dell'Oratorio Sacro Cuore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Piemonte si potrà fare visita ai pazienti ricoverati in ospedale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento