Scuole e aziende insieme per l'occupabilità giovanile

Si chiama "Giovani e lavoro" il progetto del Comune di Novara che intende favorire il lavoro tra i più giovani mettendo in rete aziende, partner privati e scuole

E' stato presentato mercoledì 29 ottobre, a Palazzo Cabrino, dall'assessore alle politiche giovanili Sara Paladini il progetto "Giovani e lavoro". Un'iniziativa promossa dal Comune di Novara, che intende favorire l’occupazione tra i più giovani mettendo in rete aziende, partner privati e scuole.

Per fare questo, collaborano al progetto diversi partners: la cooperativa sociale Aurive, l'istituto Mossotti, l'Omar, l'Ipsia Bellini, l'incubatore di impresa novarese Enne3, il Consorzio Ibis, e i Comuni di Agrate Conturbia, Castelletto Sopra Ticino, Fontaneto d'Agogna e Marano Ticino.

"Lo scopo di questo progetto - ha spiegato l'assessore Paladini - è quello di riuscire a fare entrare nel mondo del lavoro giovani diplomati attraverso uno stage pagato all'interno delle aziende del territorio, che lavorano in particolare nei settori della chimica, del tessile e dei servizi turistici".

Grazie al progetto sono stati erogati 25mila euro di borse lavoro, che hanno permesso l'attivazione di 20 tirocini, la maggior parte dei quali verranno prolungati per 6 mesi o convertiti in contratti di apprendistato. Non solo, l'iniziativa ha coinvolto anche oltre 200 ragazzi, a cui è stata data la possibilità di partecipare a incontri di formazione e orientamento all'interno dei propri istituti scolastici.

"Un'azione concreta - ha sottolineato Paladini - che si è posta l'obiettivo di far incontrare la domanda e l'offerta. Dobbiamo ringraziare la fondazione della Banca Popolare di Novara che ha coperto parte delle borse lavoro con un contributo".

"Un problema grosso della disoccupazione - ha commentato la dirigente scolastica dell'istituto Mossotti Rossello Fossati - è la disinformazione, sia da parte degli studenti che delle aziende stesse. Dobbiamo recuperare il valore del lavoro post diploma, perchè oggi l'Italia ha bisogno di giovani che vanno a lavorare subito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

Torna su
NovaraToday è in caricamento