Un nuovo centro anziani per Novara: ecco il progetto

Sarà realizzato nell'ambito dell'attuazione della convenzione con Esselunga. Ballarè: "Vogliamo creare per questa città un posto nuovo e innovativo per i nostri padri"

Con la conclusione dell'iter di approvazione paesaggistica da parte delle autorità competenti prende finalmente il via la realizzazione del nuovo centro anziani di via Ardemagni in zona Agogna.

Il progetto è stato presentato questo pomeriggio, lunedì 11 novembre, a Palazzo Cabrino. Presenti, insieme al sindaco Andrea Ballarè e all'assessore all'Urbanistica Marco Bozzola, Mauro Bisoglio e Cesare Boiocchi di Esselunga.

Il problema del trasferimento del centro era emerso in concomitanza con l’avanzamento dei lavori di realizzazione delle difese spondali lungo le rive del fiume Agogna, opere connesse al progetto di realizzazione della struttura commerciale di Esselunga nell’ambito dell’attuazione del Piano Esecutivo Convenzionato Pec San Paolo, tra via Ardemagni, viale Kennedy e corso Vercelli. La vecchia sede del centro, infatti, era collocata nell’area di esondazione compresa tra il fiume e la difesa spondale.

Per affrontare la questione, il Comune, in accordo con Esselunga, stipulò una convenzione già nell’ottobre 2012, in cui si prevedeva la rimozione delle vecchie strutture e la realizzazione di una nuova sede per il centro anziani da collocare in altro luogo. Dopo una lunga valutazione condivisa con tutti i soggetti coinvolti (in primis il gruppo di animazione del centro anziani, ma anche la società sportiva San Giacomo che utilizza le aree limitrofe, oltre naturalmente, ad Esselunga) si è stabilito di collocare il nuovo centro anziani a lato di via Ardemagni nella zona a verde pubblico e servizi compresa tra la via stessa e il campo da calcio.

Il nuovo fabbricato sarà posto perpendicolarmente al tracciato della via Ardemagni, di fronte all’ingresso del parcheggio nord che sarà realizzato da Esselunga nell’attuazione del Pec San Paolo, con ingresso da via Ardemagni. L’area destinata al centro è di circa 1400 metri quadrati. Il progetto prevede la costruzione di un prefabbricato in legno di colore tenue di circa 10 metri per 15, con una superficie notevolmente superiore a quella precedentemente disponibile. L’edificio sarà dotato di un portico esterno, un grande salone di 40 mq, ci sarà lo spazio per cucina e per il piccolo bar, naturalmente i servizi igienici realizzati secondo le norme di accessibilità ai disabili. Sono stati ricavati anche gli spazi ad ufficio per le attività di segreteria e di amministrazione.

"Questo progetto - ha commentato l'assessore Bozzola - è il risultato di un lungo iter e con la primavera (presumibilmente tra marzo e aprile, ndr) la struttura sarà pronta e potrà essere utilizzata tutto l'anno. Grazie ad una positiva collaborazione tra ente pubblico e  soggetto privato si porta a compimento uno dei tanti tasselli che incominciano a delineare la riqualificazione complessiva dell’area dell’Agogna. Voglio ricordare che, sempre nell’ambito della stessa convenzione, sarà realizzata una pista ciclopedonale che corre lungo tutta la difesa spondale e che una volta connesso con il sistema delle altre piste esistenti e in via di realizzazione nella zona sarà disegnato un anello di notevole rilevanza, all’interno di un ambito caratterizzato dallo svolgersi di attività ludiche e di aggregazione".

L'edificio sarà inoltre dotato di riscaldamento, rendendolo così utilizzabile per tutto l’anno; le pareti saranno dotate di una coibentazione performante, e sulla copertura verranno realizzati pannelli fotovoltaici, riducendo drasticamente tutti i consumi connessi alla utilizzazione e gestione futura. Tutta l’area esterna sarà riqualificata con panchine e sistemazione del verde, non solo prevedendo il mantenimento di tutte le piantumazioni esistenti, ma mettendo a dimora una serie di altre piantumazioni, come gli aceri campestri, essenze arboree che a maturazione possono raggiungere i dieci metri di altezza. Nell’area verde sarà realizzato anche il nuovo campo bocce, e, per garantire cura e protezione, l’area sarà recintata con reti da giardino.

"Questa - ha sottolineato il primo cittadino - è una scelta che l'amministrazione ha fatto con grande decisione e con la volontà di creare per questa città un posto nuovo e innovativo per i nostri padri. Il compito di questa amministrazione è anche quello di fare in modo che ci entra nella terza età possa vivere al meglio questa fase della vita, sentendosi parte della comunità alla quale ha dato tanto. Poter fare tutto ciò con privati che operano sul territorio è per noi motivo di soddisfazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei mesi successi, entro giugno 2014, sarà poi pronto anche il nuovo Superstore di Esselunga, che darà lavoro a un centinaio di novaresi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega incidente alle porte di Novara: scontro tra 7 auto, otto feriti

  • Novara, forte temporale con grandine su città e provincia

  • Elezioni comunali ad Arona, Monti è il nuovo sindaco

  • Arona: ha un malore mentre è a scuola, morto studente di 17 anni

  • Novara, ragazzino cade dal muro dell'Allea e precipita per 7 metri

  • Elezioni comunali 2020, tutti i risultati nel novarese e nel Vco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento