Scuola: un progetto per combattere gli sprechi alimentari

Si chiama "Siticibo" e consiste nel recupero e nella destinazione a scopi sociali delle eccedenze alimentari delle mense scolastiche. Sarà presentato nel dettaglio lunedì 13 maggio

È stato avviato in questi giorni un interessante progetto che coinvolge gli alunni delle scuole primarie della città.

Si chiama "Siticibo" e consiste nel recupero e nella destinazione a scopi sociali delle eccedenze alimentari delle mense scolastiche. Nello specifico pane, frutta e dessert a lunga conservazione, non distribuiti e non utilizzati durante il servizio di refezione,
integri, correttamente conservati e privi di qualsiasi alterazione.

L'iniziativa, che ha como scopo principale quello di combattere gli sprechi alimentari, sarà presentata ufficialmente lunedì 13 maggio alle ore 13 presso la scuola primaria "Fratelli Di Dio" in via Cagliari 5.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assessore all’Istruzione Margherita Patti con il dirigente scolastico illustreranno il progetto che è realizzato con la collaborazione del Banco Alimentare. Si potrà poi assistere alle operazioni di recupero, in cui sono coinvolti gli stessi ragazzi delle classi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Incidente a Novara, auto si schianta contro un dehors in via Pontida

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente a Paruzzaro: schianto tra auto e camion, un ferito grave

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Coronavirus, pronta una nuova ordinanza in Piemonte: niente più distanziamento sociale sui mezzi pubblici

Torna su
NovaraToday è in caricamento