rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Wikibook: a Novara ricerca e sviluppo per il libro del futuro

E' stato presentato questa mattina, giovedì 5 aprile, a Palazzo Natta il progetto che utilizza la piattaforma tecnologica e i processi innovativi di Fondazione Novara Sviluppo

E' stato presentato questa mattina, giovedì 5 aprile, a Palazzo Natta il progetto "Wikibook", l'avventura letteraria all'insegna della multimedialità e dell'interattività che utilizza la piattaforma tecnologica e i processi innovativi della Fondazione Novara Sviluppo.

Il laboratorio delle idee è nato nell'ambito del Polo tencologico scientifico di Sant'Agabio, e si pone come fine quello di ribaltare completamente il concetto di editoria: se dai romanzi nascono le community, a Novara si vuole portare il percorso inverso, ossia quello di accoglire idee dalla rete e metterle a sistema per realizzare un'opera letteraria.

L’iniziativa, ideata dalla Fondazione Novara Sviluppo, assieme alla Provincia di Novara, vede la collaborazione del Ministero dell’Istruzione e della Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio.

"La Fondazione Novara Sviluppo - ha spiegato l'assessore provinciale alla Cultura Alessandro Canelli - risponde pienamente alla mission attribuita da questa amministrazione. La cultura, a nostro avviso, deve avere sempre più un taglio innovativo; d’altronde sarebbe un errore ignorare le nuove possibilità legate allo sviluppo tecnologico, che possono essere applicate all’offerta culturale del territorio".

"L'esperimento Wikibook - ha commentato il presidente della Fondazione Novara Sviluppo Maurizio Grifoni - è unico al mondo, perchè se in passato altri hanno tentato questa strada, le operazioni non sono riuscite per via della mancanza di una regia che coordinasse tutta l’attività".

Si tratta di una vera e propria community della conoscenza, che dispone di una direzione artistica, affidata all’editore Giuliano Ladolfi, nonché di un partner tecnologico, nella persona di Giorgio Barbaglia.

"Non appena mi è stato presentato il progetto - ha aggiunto il presidente della Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio Franco Zanetta - ho subito intuito la portata di un’iniziativa in grado di rivolgersi a tutti i fruitori di internet, conservando, però, una connotazione territoriale".

E l'inziativa della Fondazione Novara Sviluppo sarà presentata anche al Salone del Libro di Torino oltre, nell'ambito di un'iniziativa dell'Ufficio scolastico provinciale, ad essere illustrata al corrispondente Rai a Londa Antonio Caprarica.

"Un’esperienza innovativa - ha sottolineato la professoressa Gabriella Colla - che saprà conquistare l’attenzione degli studenti".

Il percorso editoriale continuerà almeno fino alla metà di settembre, quando si avranno a disposizione i contributi degli utenti e si potrà quindi realizzare il prodotto editoriale. Un romanzo sia cartaceo, sia multimediale e multisensoriale, dal titolo ‘5,55’.

"Si tratta del primo passo verso un nuovo modo di intendere la narrativa, così come - ha concluso Grifoni - le relazioni interpersonali".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wikibook: a Novara ricerca e sviluppo per il libro del futuro

NovaraToday è in caricamento