rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Cronaca

Le istituzioni insieme per il sistema culturale novarese

Sottoscritto il Protocollo d'intesa tra Regione, Provincia e Comune per il coordinamento e il confronto sugli interventi a sostegno della cultura a Novara e nel territorio provinciale

E' stato sottoscritto questa mattina, mercoledì 11 dicembre, il Protocollo d’intesa per il coordinamento e il confronto su interventi a sostegno della cultura del novarese.

Un lavoro sinergico che ha visto protagonisti gli assessorati alla cultura di Comune e Provincia di Novara e della Regione Piemonte. L'accordo è stato presentato alla presenza del governatore del Piemonte Roberto Cota, dell'assessore alla Cultura della Provincia Alessandro Canelli, del sindaco di Novara Andrea Ballarè e dell'assessore alla Cultura del Comune Paola Turchelli.

"E' un segnale importante - ha spiegato Canelli - un risultato innovativo che permette di stringere un rapporto interistituzionale con il quale sostenere il sistema culturare novarese. Un risultato importante poichè la Regione riconosce lo sforzo e il lavoro che Comune e Provincia hanno fatto sul territorio per realizzare, appunto, azioni di sistema".

Il protocollo siglato a Palazzo Natta è suddiviso su tre grandi assi: il primo riguarda la mostra Homo Sapiens e del Broletto, contenitore ideale per eventi di primissimo piano; il secondo, la Fondazione Teatro Coccia, fiore all'occhiello del territorio che ha bisogno di essere sostenuta; e il terzo, le iniziative e le realtà culturali presenti su tutta la provincia.

"Questo accordo - ha sottolineato Ballarè - rappresenta un volano per la crescita culturale e l'economia della città e di tutto il territorio. Da sempre la nostra amministrazione sta puntando proprio sulla cultura come opportunità di ripresa e di crescita. Questo protocollo è un modo intelligente e moderno di impostare l'attività culturale e ci consente di muoverci in modo adeguato e strutturato per la realizzazione delle prossime iniziative".

L'accordo prevede interventi finanziari per coprire le spese delle attività del 2013 e impegna la Regione anche per i prossimi due anni. Per quest'anno, da Palazzo Lascaris arriveranno fino a un massimo di 550mila euro: 230mila per la Fondazione Teatro Coccia, 100mila per la realizzazione della mostra Homo Sapiens, e 220mila per le iniziative culturali realizzate sul territorio provinciale.

"Siamo finalmente giunti al termine - ha aggiunto l'assessore Turchelli - di un iter che ha visto un grosso lavoro di squadra tra gli enti e in cui Comune e Provincia, per quanto attiene la città, hanno fatto una grande scommessa sulla Fondazione Teatro Coccia e sul Broletto. Grazie a questo protocollo, il territorio novarese oggi trova un suo momento di ulteriore forza".

Oltre alla Regione, anche Provincia e Comune si impegnano a stanziare risorse utili al sostegno del sistema culturale. In particolare, l'amministrazione provinciale ha previsto lo stanziamento 30mila euro, mentre quella comunale 430mila.

"Con questo protocollo - ha commentato Cota - realizziamo un'operazione mai fatta prima: riconosciamo ce non esiste soltanto un polo culturale in regione, ma ne esiste almeno un altro, che è quello di Novara. Questo accordo rappresenta un'occasione per valorizzare Novara anche dal punto di vista turistico, anche in vista di Expo 2015".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le istituzioni insieme per il sistema culturale novarese

NovaraToday è in caricamento