rotate-mobile
Cronaca

Provincia, concluso il progetto "Studenti oggi, nuovi cittadini europei domani"

Premiati 63 studenti. Il progetto ha coinvolto dieci istituti superiori con corsi di lingua italiana differenziati per livello e obiettivi linguistici

Sono stati consegnati gli attestati del corso di lingua italiana organizzato all’interno del progetto "Studenti oggi, nuovi cittadini europei domani" finanziato con fondi provinciali per cercare di limitare o ridurre l’incidenza della dispersione scolastica tra gli studenti stranieri nella provincia di Novara.

È un progetto di rete che ha coinvolto dieci istituti superiori con corsi di lingua italiana differenziati per livello e obiettivi linguistici a cui hanno partecipato circa 63 studenti.

"La Provincia - ha commentato il consigliere con delega all'Istruzione Emanuela Allegra - ha voluto trovare le risorse economiche per l’apprendimento della lingua italiana nelle scuole e fornire un aiuto in più per poter continuare e concludere gli studi nella scuola scelta, e per questo progetto abbiamo messo a disposizione insegnanti qualificati e disponibili. Questo però non basta: vogliamo proseguire con questo impegno, ma non è facile. Ci stiamo attivando con energia per trovare altre risorse per dar seguito al progetto". 

All’incontro erano presenti gli studenti che hanno partecipato al progetto, i dirigenti scolastici di alcune delle scuole coinvolte, come Roberto Sacchi, preside dell’Istituto Bellini-Nervi, Mauro Verzeroli, preside del Liceo scientifico Antonelli, Alfio Arcidiacono, preside dell’Istituto Ravizza, i referenti di alcune delle altre scuole partecipanti, i docenti che hanno accompagnato i ragazzi nel loro percorso e il coordinatore del progetto, Mario Armanni, che ha voluto  incoraggiare ragazzi: "Vi siete impegnati molto e se lavorerete insieme il successo ci sarà. Vi auguro di proseguire lungo questo cammino".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, concluso il progetto "Studenti oggi, nuovi cittadini europei domani"

NovaraToday è in caricamento