Cronaca

Detenuti e disoccupati rimettono a nuovo il parco di via Tazzoli

L'intervento è stato svolto nell'ambito delle Giornate di recupero del patrimonio ambientale

Un momento dell'intervento

I detenuti del carcere di via Sforzesca di nuovo al lavoro per ripulire e sistemare le aree verdi cittadine. L'ultimo intervento in ordine di tempo è stato svolto, in collaborazione con i disoccupati impiegati da Assa come "cantieristi", martedì 6 giugno a San Rocco.

I lavori hanno interessato il verde e gli arredi del parco pubblico di via Tazzoli. L'intervento rientra nell'ambito delle Giornate di recupero del patrimonio ambientale e ha visto operativi nove detenuti e sei "cantieristi" coordinati dal personale Assa.

L’intervento è iniziato con l’eliminazione delle staccionate pericolose, cementando e ripristinando quelle recuperabili. E’ stata quindi effettuata la spalcatura, particolarmente lato strada, togliendo l’ingente quantità di rami secchi e sistemando la vegetazione troppo cresciuta e da tempo non controllata. Si è provveduto poi alla rimozione del fogliame sedimentato e marcescente, soprattutto nei pressi della fermata del pullman, nei vialetti e lungo i marciapiedi ed è iniziato il lavoro di eliminazione di rami e piante morte presenti in tutta l’area.

E’ stata inoltre ripristinata la cartellonistica verticale del parco e sono state rimosse le assi danneggiate e scheggiate delle panchine. Lungo i vialetti sono stati sistemati alcuni pozzetti dell’acqua e dell’illuminazione: le caditoie perimetrali e tutta la regimazione delle acque erano già state oggetto di interventi specifici condotti nelle settimane precedenti dai "cantieristi", che durante l’intervento di martedì hanno invece provveduto con l’idropulitrice alla rimozione dei graffiti più recenti dalle pensiline Sun.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuti e disoccupati rimettono a nuovo il parco di via Tazzoli

NovaraToday è in caricamento