rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

Truffe del reddito di cittadinanza: nel novarese denunciate 78 persone

Operazione dei carabinieri di Novara. Gli indagati sono accusati di aver percepito il reddito di cittadinanza senza averne diritto, presentando false documentazioni tra il 2019 e il 2021

Percepivano il reddito di cittadinanza senza averne diritto, grazie a documentazioni false presentate in fase di domanda dell'ammortizzatore sociale tra il 2019 e il 2021. Scoperti dai carabinieri, sono stati denunciati.

Si è infatti conclusa nella giornata di oggi, mercoledì 20 luglio, la prima fase dell'operazione "Basic Income" portata a termine dai carabinieri del Comando provincia di Novara. L'indagine, che si inquadra in un ampio e costante monitoraggio del territorio, ha portato alla scoperta di 78 persone, cittadini italiani e stranieri, che in un periodo di tempo compreso tra il 2019 e il 2021 hanno presentato false certificazioni in sede di presentazione della domanda per percepire il reddito di cittadinanza, che gli è stato poi effettivamente erogato. 

L'indagine dei militari dell'Arma, svolta non la collaborazione dell'Inps e di diversi Comuni della provincia di Novara, ha accertato l'erogazione indebita complessiva di circa 430mila euro, "per la quale - commentano dal Comando provinciale dei carabinieri - sono già iniziate le relative azioni di recupero del denaro corrisposto".

Le 78 persone scoperte sono state tutte denunciate. L'indagine proseguirà inoltre nei prossimi mesi per risalire ad altre truffe del reddito di cittadinanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe del reddito di cittadinanza: nel novarese denunciate 78 persone

NovaraToday è in caricamento