La Provincia punto di riferimento contro la violenza sulle donne

E' stato presentato ieri mattina, mercoledì 19 giugno, il Protocollo d'Intesa con cui l'amministrazione provinciale ha aderito alla Rete Nazionale Antiviolenza come Ambito Territoriale di Rete (Atr)

E' stato presentato ieri mattina, mercoledì 19 giugno, il Protocollo d'Intesa, sottoscritto tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Pari Opportunità e la Provincia di Novara, per l’adesione di quest’ultima alla Rete Nazionale Antiviolenza del Dipartimento come Ambito Territoriale di Rete (Atr) e la gestione del numero di pubblica utilità 1522 a sostegno delle donne vittime di violenza intra ed extra familiare.

Ad illustrare il prestigioso risultato raggiunto dall'amministrazione provinciale c'era l'assessore alle Pari Opportunità Anna Maria Mariani.

"Con questo accordo - ha commentato l'assessore Mariani - abbiamo superato la realtà provinciale, presso il Centro Servizi Pari Opportunità lavoriamo ora in un ambito territoriale che comprende la provincia di Novara e le realtà limitrofe, tra cui Vercelli, Vigevano, Turbigo, Sedriano, Boffalora, Mergozzo, Verbania e Domodossola".

Nell'occasione, l'assessore ha inoltre lanciato un messaggio di allarme rispetto al futuro del Centro. Stante infatti le riforme, che secondo quanto annunciato dovrebbero interessare l'Ente Provincia, l'attività del Centro Servizi Pari Opportunità rientrerebbe nel novero di quelle iniziative discrezionali dell'Ente non più garantite e garantibili sotto il profilo economico nel percorso di trasformazione o cancellazione dell'Ente.

A tale scopo l'Assessore Mariani ha inviato al Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri un'accorata richiesta di attenzione e finanziamento.

L'occasione, grazie alle responsabili del Centro Servizi, anche per fare il punto sull'attività del Centro e sulla tipologia e metodologia del servizio fornito e sulla tipologia dei casi registrati e seguiti.

Fino ad oggi sono 147 i casi di ipotesi di maltrattamenti che sono giunti al Centro Servizi, anche grazie al numero verde 1522. Di questi, sono 31 gli effettivi episodi di maltrattamento e violenza sulle donne, di cui 5 quelli che si sono tradotti in una denuncia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Centro Servizi pari opportunità si avvale della collaborazione dell'avvocato Alessandro Frabbri e delle psicologhe Anna Stroppa e Giulia Bozzola. Dai dati forniti durante l'incontro, emerge che la fascia d'età della vittima in cui vi sono i maggiori casi di violenza è quella tra i 31 e i 40 anni. Le vittime, inoltre, sono per la maggior parte italiane (24 casi sui 31 effettivi segnalati) e residenti a Novara città (18 casi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega incidente alle porte di Novara: scontro tra 7 auto, otto feriti

  • Coronavirus, primi due casi positivi nelle scuole di Novara

  • Elezioni comunali ad Arona, Monti è il nuovo sindaco

  • Novara, ragazzino cade dal muro dell'Allea e precipita per 7 metri

  • Esce da scuola e scompare: 11enne di Trecate ritrovata a Magenta

  • Casalbeltrame: sabato i funerali di Carlo e Veronica, i due fratelli morti in un incidente in moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento