Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Chiede soldi per non pubblicare su internet un video hard: denunciato

É successo a Novara. I carabinieri mettono in guardia sulla pratica del sexting, cioè lo scambio di messaggi con video e foto dal contenuto sessuale

Minaccia di diffondere sul web un video hard e viene denunciato dai carabinieri. Questo è quanto è successo pochi giorni fa a Novara.

I dettagli della vicenda non sono stati resi noti, ma i carabinieri fanno sapere che sono molteplici le segnalazioni che giungono in caserma che riguardano l’uso sprovveduto del web soprattutto  a causa della recente pratica del sexting.

Il termine sexting, derivato dalla crasi delle parole inglesi sex (sesso) e texting (inviare sms) e riguarda l’abitudine, ormai diffusa anche tra gli adolescenti, di inviare messaggi video e/o fotografici con contenuti sessuali espliciti  tramite il cellulare o tramite altri mezzi informatici. 

Sono messaggi molto intimi che vengono scambiati tra partner  consolidati ma, purtroppo, anche tra interlocutori occasionali di cui si conosce poco o nulla  e che poi possono rivelarsi veri e propri criminali. Ex partner delusi o criminali professionisti  pretendono soldi per non diffondere il video o la foto imbarazzante della loro vittima  sulla rete e sui principali siti social . 

L’allarme  conduce a rinnovare i consigli sulla cautela nell’uso della rete. Eventuali consigli possono essere consultati al sito dell’Arma dei carabinieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede soldi per non pubblicare su internet un video hard: denunciato

NovaraToday è in caricamento