Pettenasco, si cerca ancora il sub scomparso nel lago: nessuna novità

Sul posto sono presenti i sommozzatori di Venezia che applicano una ricerca sperimentale con telecamera di profondità e i sommozzatori di Torino che effettuano ricerche in immersione

L'intervento dei soccorsi

Si cerca ancora il sub scomparso nelle acque del Lago d'Orta a Pettenasco. Proseguono le ricerche dei vigili del fuoco, che dalla serata di venerdì 25 ottobre sono al lavoro in località Punta di Crabbia per cercare l'uomo, Guido Ottobrelli di Biella, che si è immerso in acqua e non è più risalito.

Sul posto, oltre ai vigili del fuoco di Borgomanero, sono presenti i sommozzatori di Venezia, che applicano una ricerca sperimentale con telecamera di profondità, e i sommozzatori di Torino, che effettuano ricerche in immersione e sono addetti alle operazioni di recupero del corpo (quando individuato).

Presente anche la sala operativa mobile del comando di Novara con operatori Tas (Topografia applicata al soccorso), che si stanno occupando del tracciamento satellitare su mappa dei punti battuti in acqua. Al momento le ricerche hanno esito negativo e continueranno anche domani, mercoledì 30 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento