Cronaca Centro / Via dell'Archivio, 6

Rifugio notturno per senzatetto: arriva il primo bilancio del Comune

Sono circa 20 le persone che trascorrono la notte nella struttura gestita dall'amministrazione di Novara in collaborazione con la Caritas e la Cri. Ferrari: "Le cattive condizioni meteo hanno reso indispensabile questo servizio"

Da una settimana è attivo in via dell’Archivio, in una porzione della sede del Convitto Carlo Alberto, un rifugio temporaneo notturno per senza tetto. Il Comune di Novara, fa un primo bilancio del servizio, attivato nei giorni scorsi grazie alla collaborazione di Caritas e Cri.

"Le cattive condizioni meteorologiche - ha spiegato l’assessore alle politiche sociali Augusto Ferrari - con temperature molto rigide, hanno reso indispensabile la creazione di questo servizio, destinato ad andare incontro ad una vera e propria esigenza di sopravvivenza per le persone senza casa".

In questi primi giorni di attività, il rifugio (aperto dalla ore 20 alle 7,30 del mattino) che utilizza due aule al piano terra e undici stanzette al secondo piano dotate di servizi igienici e riscaldamento, ha ospitato fino ad un massimo di 20 persone.

"Voglio sottolineare - ha concluso l’assessore Ferrari - come sia importante la collaborazione con Caritas e Croce Rossa, che hanno dato la  disponibilità a lavorare con noi nella gestione del rifugio, e che svolgono un compito importantissimo nel contatto in strada con le persone bisognose di aiuto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifugio notturno per senzatetto: arriva il primo bilancio del Comune
NovaraToday è in caricamento