Con RiEsco, un nuovo luogo di incontro in piazza Donatello

Il progetto ha l'obiettivo di restituire alla comunità spazi non utilizzati, migliorando la qualità della vita cittadina. L'ex consultorio di quartiere ospiterà iniziative e servizi per i residenti

L'ex consultorio di piazza Donatello torna a disposizione della cittadinanza grazie al progetto RiEsco, nato dagli incontri dei democrazia partecipativa SpeDD.

Il progetto, coordinato dall'associazione Territorio e Cultura Onlus e dal Centro di solidarietà San Francesco, ha l'obiettivo di restituire alla comunità spazi non utilizzati e ricreare un luogo di incontro, a vocazione socio-sanitaria, migliorando la qualità della vita cittadina. L'ex consultorio di quartiere ospiterà servizi e iniziative dal basso incentrate sui bisogni della popolazione.

"Il recupero del locale di piazza Donatello - ha commentato Franca Franzoni, presidente di Territorio e Cultura Onlus - servirà a ricreare un punto di aggregazione del quartiere, e sarà il quartiere stesso a gestire il locale. L'obiettivo è aiutare la gente a esprimersi e a portare le proprie idee nelle sedi più opportunee".

La sfida è infatti quella di promuovere il coinvolgimento della popolazione, attraverso gruppi, associazioni, ma anche singoli cittadini. Tutto questo, grazie alla collaborazione e all'aiuto del Comune di Novara, che ha messo a disposizione dell'associazione l'ex consultorio in comodato d'uso gratuito.

"Un progetto importante - ha sottolineato il sindaco Andrea Ballarè - per il quartiere e la città intera".

I locali di piazza Donatello saranno pronti per tornare ad essere aperti alla cittadinanza nella tarda primavera di quest'anno. Dopo la firma della convenzione, i gruppi di lavoro aderenti al micro-progetto avranno 15 mesi per lavorare sull’agibilità della struttura. Un primo momento di verifica è previsto entro la fine della prossima primavera.

"Un altro esempio importante di riuso degli spazi pubblici - ha aggiunto il vice sindaco Nicola Fonzo - su cui il Comune sta investendo e lavorando molto. La Giunta, ha infatti approvato una delibera che determina le regole per la concessione di spazi comunali alle associazioni. Tutto questo, per fare in modo che il patrimonio pubblico sia gestito in maniere efficiente per il bene della città".

"Il quartiere necessitava di un luogo di ascolto e confronto - ha ricordato l'assessore alla Cultura Paola Turchelli - e questo progetto consente ai cittadini di ritornare a sentire propri alcuni luoghi della città e di radicare nella comunità nuove forme di cooperazione attiva".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, coprifuoco in Piemonte dalle 23 alle 5: la nuova autocertificazione

  • Cambio dell'ora, torna quella solare: si dorme un'ora in più

  • Coronavirus, Conte ha firmato il Dpcm: bar e ristoranti fino alle 18, chiuse palestre e piscine

  • Novara, due risse sabato sera: una in centro e una in viale Kennedy

  • Filamenti bianchi sulla città: che cos'è la strana sostanza che cade dal cielo su Novara

  • "Da cinque giorni aspettiamo il risultato del secondo tampone", la storia di una famiglia novarese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento