menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Novara alla Mongolia a piedi: la sfida di Roberto

Roberto Landolina, 28 anni, ha deciso di percorrere 650 chilometri attraverso il deserto mongolo a piedi in solitaria

Si chiama Roberto Landolina, ha 28 anni e abita a Gattinara. Ha studiato economia e commercio all'università di Novara e quest'estate realizzarà un sogno: attraversare la Mongolia a piedi.

"L'idea mi è venuta due anni fa - racconta il giovane - dopo aver girato l'Islanda in bicicletta. Allora mi sono concentrato sull'entroterra, che è molto desertico e ho deciso di voler vedere la Mongolia". 

Roberto raggiungerà la capitale mongola in aereo: da lì lo attendono 1200 chilometri in jeep per raggiungere il punto di partenza. "Il percorso che ho creato è lungo circa 650 chilometri, con un dislivello di 5000 metri. Partirò con un carrettto, che trascinerò a piedi, con tutto l'occorrente: cibo, acqua, tenda e vestiti. Era impensabile trasportare tutto con lo zaino, perchè sono circa 70 chili di attrezzature. In Mongolia poi c'è un'escursione termica non indifferente: si passa da 30/35 gradi di giorno a temperature sotto lo zero di notte". 

Il percorso è a ferro di cavallo. "Durante il viaggio toccherò diversi villaggi - spiega Roberto - ma non ho la certezza che siano ancora abitati, quindi devo essere preparato. La Mongolia ha una densità abitativa di un abitante per chilometro quadrato, potrei non avere punti di appoggio. Ho previsto di metterci circa 25 giorni, ma molto dipende dalle condizioni climatiche e del terreno".

Roberto partirà l'11 agosto e, visti i tempi tecnici per gli spostamenti, tornerà in Italia il 26 settembre. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, fino a quando il Piemonte sarà in zona arancione?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento