Novara risponde presente: oltre mille sardine in piazza Cavour

Giovani, adulti, famiglie, tanti cartelloni e striscioni. Le sardine hanno fatto sentire la propria voce in città

Foto di Andrea Marangon

Alle 20.40 era praticamente deserta, ma poco per volta sono arrivate. Novara risponde presente: oltre mille le sardine, secondo gli organizzatorini, in piazza Cavour per protestare e manifestare il proprio pensiero. Giovani, giovanissimi, adulti, persone con tanti anni alle spalle, famiglie, anche i cani avevano al collare il cartoncino di una sardina. “Vogliamo lanciare un messaggio forte, in una città che da due decenni è roccaforte leghista, nel giorno che ricorda la strage di piazza Fontana”, dice Alessandro Maffei, tra gli ideatori del movimento novarese.

Tra i presenti c’è chi ha sposato già le idee delle Sardine, chi vuole capire: “Io mi sono fatto un’idea, ossia un modo di pensare al futuro senza bandiere politiche, voglio capire se le idee sono condivise”. E poi c’è chi ha le idee ben chiare: “Non si poteva non esserci, chissà se è il modo per fare davvero piazza pulita, - dice un gruppo di ragazzi novaresi - In questo momento noi giovani stiamo rinunciando alla libertà perché non conosciamo più il dolore quando si combatte per esso. Se nessuno pensa al nostro futuro ci dobbiamo pensare noi”.

E poi ancora ci sono gli adulti a cui brillando gli occhi, perché pensano al futuro dei giovani: “Io sono qui perché voglio vedere davvero l’entusiasmo dei ragazzi, hanno una limpidezza che convince. Dico agli altri: iniziate a vedere tutto questo, gli obiettivi si scrivono insieme”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul palco montato per l’occasione si sono susseguite parole, citazioni, ricordi, memorie, sono partiti applausi, all’unisono. E ci è salita anche la Ninì, la partigiana Costanza Arbeia, 93 anni: “Dico quello che ho nel cuore, se non c’è memoria non c’è futuro, - ha detto a tutti, scatenando un lungo applauso – lottate per il futuro, fate in modo che la costituzione sia messa a posto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega incidente alle porte di Novara: scontro tra 7 auto, otto feriti

  • Elezioni comunali ad Arona, Monti è il nuovo sindaco

  • Novara, ragazzino cade dal muro dell'Allea e precipita per 7 metri

  • Elezioni comunali 2020, tutti i risultati nel novarese e nel Vco

  • Novara, forte temporale con grandine su città e provincia

  • Elezioni comunali a Stresa, eletto il nuovo sindaco: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento