rotate-mobile
Cronaca

Decreto liberalizzazioni: il 23 e 24 febbraio scioperano gli avvocati

I difensosi di tutta Italia incrociano le braccia per manifestare il proprio dissenso verso l'atteggiamento del Governo in merito alle liberalizzazioni delle professioni. E a marzo è prevista un'altra settimana di astensioni

Dopo i tassisti, ora tocca agli avvocati.

L'Organismo Unitario dell'Avvocatura ha procalamato due giorni di sciopero per protestare contro liberalizzazioni del Governo Monti: i difensori si asterranno dal lavoro il 23 e il 24 febbraio. Per far sentire la loro voce, gli avvocati hanno anche in programma un sit-in davanti a Palazzo Chigi, Camera e Senato e l'occupazione simbolica degli uffici giudiziari.

"La decisione di astenersi dalle udienze - si legge in una nota di Oua - è il risultato dell'atteggiamento del Governo, che ha deciso di andare avanti su una strada che l'avvocatura non condivide. Con le misure decise speriamo che l'esecutivo si decida ad andare incontro alle aspettative e alle richieste degli avvocati italiani".

E non finisce qui, a marzo è infatti in programma un'altra settimana di astensione dal lavoro.

E' di oggi, invece, la notizia del caos scoppiato nel bel mezzo di un'udienza a Chieri (Torino), quando un giudice ha sentenziato che: "Gli avvocati hanno tutto l'interesse a tirare le cause per le lunghe perchè ci guadagnano".

La vicenda finirà al vaglio del consiglio dell'ordine degli avvocati di Torino, al quale è stato indirizzato un esposto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto liberalizzazioni: il 23 e 24 febbraio scioperano gli avvocati

NovaraToday è in caricamento