menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero generale: il 4 novembre fermi uffici e scuole, tutte le informazioni

La protesta coinvolge tutti, dai lavoratori del settore pubblico a quelli del privato. Non si fermano, però, i trasporti: pendolari salvi

Dopo quello del 21 ottobre, è in arrivo un nuovo sciopero generale indetto per tutta la giornata di venerdì 4 novembre.

La protesta coinvolge tutti, dai lavoratori del settore pubblico a quelli del privato, ed è stata indetta dalle sigle sindacali Cub e Usi Ait.

L'agitazione sindacale riguarderà diverse categorie professionali, tra cui il personale docente, quello sanitario, i dipendenti di poste italiane, ma non interesserà il trasporto pubblico. Salvi, quindi, i pendolari.

LE RAGIONI DELLO SCIOPERO. L'agitazione sindacale è stata indetta contro le guerre esterne, quelle sociali interne e contro le spese militari. I sindacati chiedono la cancellazione delle forme precarie di lavoro, piu occupazione con la riduzione settimanale dell’orario di lavoro di 4 ore, la bonifica dei siti inquinati, la messa in sicurezza del territorio, e la sicurezza sul lavoro. Ma anche:  reddito garantito di 1000 euro al mese per disoccupati e pensionati; aumenti salariali di 500 euro mensili; pensioni a 60 anni o con 35 anni di contributi; diritto alla salute e all'abitare; democrazia nei luoghi di lavoro e nel Paese; elezione democratica dei propri rappresentanti aziendali; uguaglianza per i migranti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini, in Piemonte da oggi sarà possibile accedere al proprio "percorso vaccinale"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento