Polizia: sciopero della mensa a Novara

Ad organizzare la manifestazione il Sap, il Sindacato autonomo di polizia. E intanto il segretario Frisia continua lo sciopero della fame

Da lunedì il segretario provinciale del Sap Novara Michele Frisia è a Roma, in sciopero della fame, chiamato dal segretario generale Gianni Tonelli, che sta proseguendo con la sua protesta da 35 giorni.

"Nonostante Tonelli abbia già perso 15 chili - ha commentato Frisia - e sia sempre più debilitato, una vera e propria 'censura di palazzo' copre il suo sciopero della fame; perché attirare l’attenzione su questa manifestazione vorrebbe dire attirare l’attenzione sulle problematiche che affliggono il comparto sicurezza e sul modo in cui, nella polizia di Stato, vengono compresse le libertà sindacali. L’eco della nostra protesta è arrivato anche nelle aule del Parlamento, ma nessun segnale è giunto né dal capo della polizia né dal ministro dell’Interno. Per questo abbiamo chiesto a gran voce l’intervento del presidente della Repubblica, in qualità di garante della Costituzione, a tutela delle libertà fondamentali dei cittadini, in particolare dei lavoratori, tra le quali spiccano le libertà sindacali".

E giovedì a Novara il sindacato sta organizzando lo sciopero della mensa, come forma di protesta simbolica per manifestare la propria vicinanza a Gianni Tonelli.

"Un piccolo sacrificio, un piccolo segnale - ha sottolineato Frisia - che sottende però a un grande disagio da parte dei poliziotti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Coronavirus, cinque decessi tra Novara e Borgomanero: i ricoverati in provincia sono 354

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento