menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Paruzzaro, gestione illecita di rifiuti: sigilli della Forestale in un'azienda

Denunciato il direttore generale della società e sequestrati gli impianti di produzione della ditta

Sequestrati dalla Forestale gli impianti di produzione di un'azienda di Paruzzaro. Il sequestro, effettuato dagli uomini della stazione di Nebbiuno, è stato convalidato nei giorni scorsi.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri forestali, l’azienda, che opera nel capo della lavorazione di laminati metallici, non aveva documentazione di tracciabilità dello smaltimento dei rifiuti prodotti ed effettuava emissioni gassose in atmosfera in assenza di autorizzazione ambientale.

"All’accertamento, effettuato nella scorsa settimana - spiegano dalla Forestale - è stata rinvenuta una significativa quantità di rifiuti, quale cascame ferroso, limatura e trucioli metallici. Non è stato, tuttavia, possibile tracciare la destinazione finale di smaltimento degli stessi. L’attività di controllo era inserita tra le verifiche aziendali sul rispetto delle disposizioni anti Covid-19, attualmente in corso anche da parte di tutti i reparti dei carabinieri forestali. La verifica è stata estesa, come di prassi, anche ai profili più strettamente ambientali, con il
conseguente accertamento e sequestro giudiziale".

Per i fatti è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Novara il direttore generale dell'azienda, un cittadino italiano residente in provincia di Novara.

"La normativa ambientale - spiegano ancora dalla Forestale - impone che, nei processi produttivi, tutto il ciclo dei rifiuti resti compiutamente tracciato, dal momento della loro produzione a quello dello smaltimento finale. Inoltre, le emissioni in atmosfera sono sottoposte ad autorizzazione ambientale allo scopo di assicurare un controllo qualitativo, sia preventivo, che successivo. Tutto ciò è posto
a garanzia della massima sicurezza ambientale ed a miglior tutela della salute pubblica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quando il Piemonte tornerà in zona gialla?

Attualità

Approvato il nuovo decreto "Riaperture": le nuove regole fino al 31 luglio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Coronavirus: il vaccino si prenota anche dai carabinieri

  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento