rotate-mobile
Cronaca Trecate

Ancora una discarica abusiva nel novarese: sequestrati 8mila metri cubi di rifiuti a Trecate

Operazione della Forestale. Sigilli ad un'area di circa un ettaro; denunciato il proprietario del terreno utilizzato come discarica

Ancora una discarica abusiva sequestrata dalla Forestale nel novarese. L'operazione è stata svolta lunedì 25 marzo dai militari delle Stazioni di Borgolavezzaro e Carpignano Sesia, che hanno sottoposto a sequestro preventivo una discarica illegale di rifiuti. L’area, di circa un ettaro, si trova a Trecate e risultava essere stata adibita a sede di raccolta di rifiuti, in maniera incontrollata ed in assenza di qualsivoglia autorizzazione e cautela ambientale.

L’attività era stata avviata a seguito di un controllo sul territorio, effettuato nel febbraio dell’anno scorso, a termine del quale era stata rilevata la presenza di rifiuti abbandonati su un fondo privato. Al termine delle indagini, è stato identificato il proprietario, che è stato denunciato all’autorità giudiziaria per la gestione illegale di rifiuti.

Si tratta di un cittadino italiano, residente a Trecate, al quale era già stato contestato il reato di gestione illecita di rifiuti. Sull’area erano stati infatti rinvenuti ingenti quantitativi di rifiuti, prevalentemente macerie da demolizione edilizia, sparse in maniera incontrollata sul terreno. Dai successivi accertamenti, finalizzati a caratterizzare i rifiuti ed a quantificarne il volume intombato, la Forestale ha rilevato che i rifiuti presenti erano quantitativamente più significativi di quanto apparisse ad un’osservazione superficiale.

"Si è stimato - spiegano i carabinieri forestali - che, oltre a quanto visibile in superficie, erano presenti notevoli quantità di rifiuti sino a circa un metro di profondità. Si stima un quantitativo complessivo di circa 8mila metri cubi di rifiuti illecitamente depositati. Pertanto, l’area deve essere qualificata quale discarica ed è da avviare a successiva bonifica. Non sono stati rilevati, tuttavia, motivi di rischio per la salute pubblica né ragioni di preoccupazione grave per la contaminazione ambientale. In caso di condanna, la legge prevede che le aree adibite a discarica siano bonificate a spese del trasgressore".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora una discarica abusiva nel novarese: sequestrati 8mila metri cubi di rifiuti a Trecate

NovaraToday è in caricamento