menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Briona, sequestrato un impianto di trattamento di rifiuti da demolizione

I materiali, non trattati correttamente, sarebbero stati utilizzati per diverse opere pubbliche e private. Tra queste anche la tangenziale di Fara

Sequestro preventivo di un impianto di trattamento di terre e rocce da scavo e di rifiuti da demolizione a Proh.

Il sequestro preventivo, disposto dal G.I.P. di Novara, è stato emesso per la presunta l'illegittimità dell’atto autorizzativo provinciale al trattamento di rifiuti terrosi e da demolizione. Il gruppo di polizia giudiziaria ambiente della Procura di Novara ed il gruppo carabinieri forestale hanno accertato la gestione non conforme del materiale di scavo e da demolizione edilizia. Dai controlli infatti sarebbe emerso che le terre e i rifiuti da demolizione non sarebbero stati sottoposti ai trattamenti previsti per legge.

Il reato contestato è quello di discarica abusiva: i carabinieri forestali stanno acquisendo anche documenti, dato che le terre e i materiali di recupero sarebbero stati riutilizzati in diverse opere pubbliche, tra le quali anche la tangeziale di Fara Novarase. In questo momento i carabinieri stanno procedendo ad acquisire documentazione in Provincia, in Regione Piemonte e presso tre ditte, due della provincia di Vercelli ed una di quella di Novara, che hanno avuto contatti commerciali con l'azienda.

"C’è concretamente il rischio - spiega il gruppo carabinieri forestali di Novara - che terre/rifiuto siano state immesse nei processi produttivi di opere pubbliche e private. L’attività di indagine ulteriore sarà finalizzata a tracciare il più possibile tali terre e materiali, al fine di effettuarne un’attenta caratterizzazione. Ciò è necessario allo scopo di escludere forme di contaminazione ambientale o pericoli per la salute pubblica nonché per la stabilità delle opere infrastrutturali realizzate con materiali privi di idoneità prestazionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Piemonte si potrà fare visita ai pazienti ricoverati in ospedale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento