menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'impianto è risultato del tutto abusivo e privo di qualsivoglia autorizzazione ambientale

L'impianto è risultato del tutto abusivo e privo di qualsivoglia autorizzazione ambientale

Rifiuti: sigilli della Forestale ad un impianto di smaltimento abusivo

E' successo a Novara. Cinque le persone denunciate per gestione e smaltimento illecito di rifiuti

Sequestrato dalla Forestale un centro di smaltimento illecito di rifiuti a Novara. L'indagine, avviata nel mese di maggio, si è conclusa nei giorni scorsi e ha portato alla denuncia di cinque persone.

L'impianto, esteso su un'area di circa 7mila metri quadrati, è infatti risultato del tutto abusivo e privo di qualsivoglia autorizzazione ambientale. Dalle indagini dei carabinieri forestali è emerso che il centro era preposto ad un’attività di gestione e smaltimento illecito di rifiuti. L’accertamento, oltre al sequestro, ha portato alla denuncia all’autorità giudiziaria di un cittadino italiano, residente a Novara, risultato essere il titolare dell’impianto. Oltre all’area interessata allo smaltimento dei rifiuti, è stato sequestrato anche il mezzo utilizzato per la raccolta dei rifiuti stessi.

I rifiuti gestiti erano elettrodomestici e rifiuti ferrosi di vario genere. L’impianto provvedeva al recupero ed alla vendita del materiale ricavato, in assenza di autorizzazione e di ogni requisito di sicurezza a tutela dell’ambiente circostante.

L’attività investigativa è andata per ricostruire la filiera completa dell'attività illecita: sono quindi state identificate altre quattro ditte, tre della provincia di Novara ed una di Vercelli, coinvolte nello smaltimento abusivo. Due delle ditte provvedevano a smaltire i propri rifiuti avvalendosi dell’impianto sequestrato, mentre le altre due si rifornivano illecitamente di rifiuti ferrosi da avviare ai rispettivi cicli produttivi. I rappresentanti
legali di tutte e quattro le ditte, tutti cittadini italiani, sono stati denunciati per la gestione e lo smaltimento illecito di rifiuti in concorso con il titolare del centro di recupero sequestrato.

"L’attività è molto importante - commentano dalla Forestale - perché ha consentito di intercettare un canale di recupero e gestione illecita di rifiuti. Il rispetto della piena legalità del ciclo dei rifiuti è condizione necessaria, non solo al fine di assicurarne la migliore gestione a tutela e nel rispetto dell’ambiente, ma anche per garantire la piena tracciabilità del rifiuto, dalla sua produzione sino al suo smaltimento finale".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento