Gestivano illecitamente rifiuti nell'azienda, sequestrati due ettari di terreni

Nell'area si trovavano rifiuti da demolizione, asfalto, terre e rocce da scavo

I carabinieri forestali di Nebbiuno hanno posto sotto sequestro un'anzienda a Pogno.

I militari hanno accertato che, all’interno della ditta, veniva condotta un’attività di gestione di rifiuti all’infuori dei limiti quantitativi per i quali era stata autorizzata. All’interno dell’impianto sono stati rinvenuti ingenti quantità di rifiuti su aree esterne rispetto a quelle indicate come aree autorizzate al deposito secondo le prescrizioni dell’autorizzazione ambientale. I carabinieri hanno quindi proceduto al sequestro dell’area di deposito ed alla contestazione dei reati di illecita gestione dei rifiuti ed inosservanza delle prescrizioni dell’autorizzazione ambientale. L’area sottoposta a sequestro, di circa due ettari di estensione, accoglie rifiuti da demolizione, asfalto e terre e rocce da scavo. Per i fatti è stato segnalato all’Autorità Giudiziarua, un cittadino italiano residente in provincia, in qualità di responsabile legale della ditta.

Potrebbe interessarti

  • Come smettere di fumare in dieci passi

  • Da settembre panoramica dentaria presso la Radiologia di Arona

  • I 3 migliori spioncini digitali per porte blindate

  • Il potassio: dove trovarlo e i benefici

I più letti della settimana

  • Esselunga assume a Novara e provincia: come candidarsi

  • Creavoladossola, donna trovata morta nella notte nei boschi vicino a casa

  • Incidente a Trecate, frontale prima dell'alba sulla provinciale: le auto prendono fuoco

  • Arriva "Antonino Chef Academy”: strada chiusa due mesi per lo show di Cannavacciuolo

  • Castelletto Ticino, rimane schiacciato da una pianta che stava tagliando: morto sul colpo

  • Ritrovato il giovane novarese scomparso in Spagna: sta bene

Torna su
NovaraToday è in caricamento