Gestivano illecitamente rifiuti nell'azienda, sequestrati due ettari di terreni

Nell'area si trovavano rifiuti da demolizione, asfalto, terre e rocce da scavo

I carabinieri forestali di Nebbiuno hanno posto sotto sequestro un'anzienda a Pogno.

I militari hanno accertato che, all’interno della ditta, veniva condotta un’attività di gestione di rifiuti all’infuori dei limiti quantitativi per i quali era stata autorizzata. All’interno dell’impianto sono stati rinvenuti ingenti quantità di rifiuti su aree esterne rispetto a quelle indicate come aree autorizzate al deposito secondo le prescrizioni dell’autorizzazione ambientale. I carabinieri hanno quindi proceduto al sequestro dell’area di deposito ed alla contestazione dei reati di illecita gestione dei rifiuti ed inosservanza delle prescrizioni dell’autorizzazione ambientale. L’area sottoposta a sequestro, di circa due ettari di estensione, accoglie rifiuti da demolizione, asfalto e terre e rocce da scavo. Per i fatti è stato segnalato all’Autorità Giudiziarua, un cittadino italiano residente in provincia, in qualità di responsabile legale della ditta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Trecate: muore travolto dal treno

  • Novara, uomo trovato morto su una panchina

  • Novara, in arrivo un nuovo parco commerciale alla Bicocca con supermercato e fast food

  • Incidente a Novara: schianto tra due auto all'incrocio, un ferito

  • Concorso di Natale di Esselunga, vinte 3 Mini tra novarese e Vco: i numeri e i codici vincenti

  • Novara, non è più idoneo a detenere armi: la polizia gli sequestra 9 pistole e 2 fucili

Torna su
NovaraToday è in caricamento