Serra di marijuana nel cortile di casa, arrestato 43enne

L'uomo, residente a Casalino, è stato fermato dai carabinieri per furto. Una volta perquisita la sua abitazione, i militari hanno scoperto 10 piante di marijuana

E' stato fermato per furto e aggressione, ma nella sua casa i carabinieri hanno trovato una vera e propria serra domestica di marijuana.

Protagonista della vicenda è un 43enne, residente a Casalino e già noto alle forze dell'ordine, che è finito in manette per mano dei carabinieri della Stazione di Cameriano. L'uomo è accusato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti e lesioni personali.

Il 43enne, infatti, dopo aver forzato il portone d'ingresso, si è introdotto all'interno di un'abitazione di una 41enne del luogo per rubarle circa 40 euro. Scoperto dalla vittima, per garantirsi la fuga, prima l'ha aggredita verbalmente e poi fisicamente, procurandole lievi lesioni.

Per sua sfortuna, però, prima che potesse dileguarsi è stato bloccato dai carabinieri. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso ai militari dell'Arma di rinvenire 10 piante di marijuana, dell'altezza variabili tra i 30 e i 60 centimetri, nascoste nel cortile retrostante l'abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lui è stato arrestato e associato presso la Casa circondariale di Novara, mentre le piantine sono state sottoposte a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Piemonte mascherine obbligatorie per gli addetti alla vendita e raccomandate per chi fa la spesa

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

  • Coronavirus: mascherine in distribuzione gratis a Novara, ma non in tutta la città

  • Coronavirus, diffusa su internet una falsa ordinanza: la denuncia della Regione

Torna su
NovaraToday è in caricamento