rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Centro / Via Generale Ettore Perrone, 18

Università: il Blocco studentesco di Novara accoglie Romano Prodi

Lo striscione del movimento, legato a CasaPound Italia, recita: "Prima Prodi ora Monti. I Prof. svendono l'Italia". Il professor Romano Prodi ha tenuto questa mattina una lezione presso la Facoltà di Economia della città

"Prima Prodi ora Monti. I Prof. svendono l'Italia".

E' questo lo slogan dello striscione che il Blocco Studentesco di Novara, movimento legato a Casa Pound Italia, ha fatto trovare questa mattina davanti alla Facoltà di Economia a Novara, come saluto di benvenuto al professor Romano Prodi, che ha tenuto una lezione per gli studenti dell'Università del Piemonte Orientale.

"Prodi quando era Presidente dell'Iri svendette buona parte del patrimonio pubblico dello Stato - ha dichiarato Federico Depetris, coordinatore regionale del Blocco Studentesco -  facendo arricchire molti imprenditori tra i quali Agnelli e De Benedetti. Ora i professori tornano alla ribalta e Monti, siamo certi, continuerà nell'opera di distruzione del patrimonio industriale dello Stato. Con la scusa di risanare i conti i Baroni al Governo faranno arricchire molte persone, ma a perderci saranno tutti gli Italiani".

"Questo nuovo esecutivo - ha aggiunto Pierluigi Minafra, responsabile novarese del Blocco Studentesco - sembra piaccia a tutte le forse politiche, ma ci teniamo a far sapere ai Baroni e ai Banchieri al Governo, che moltissimi studenti non vogliono che il loro futuro venga definitivamente compromesso. Non vogliamo che siano le banche e gli speculatori a decidere del futuro delle nostre vite; per questo contestiamo questo Governo e i poteri che esso rappresenta".

"Monti ha detto di non far parte di alcun potere forte italiano. Noi gli contestiamo - continuano i responsabili del Blocco Studentesco - di essere alle dipendenze di poteri forti anglosassoni, come la banche di investimento Goldman Sachs che figura tra i principali responsabili della crisi attuale. I tecnici, i baroni ed i banchieri che oggi sono al governo, sono il peggio che questa Italia potesse offrire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università: il Blocco studentesco di Novara accoglie Romano Prodi

NovaraToday è in caricamento