Novara protagonista al Salone del Gusto: un successo "corale"

La rassegna organizzata da Slow Food ha chiuso un'edizione memorabile con oltre 220mila visitatori italiani e stranieri. Un successo all'interno del quale spicca l'eccellente risultato della presenza novarese

Sono stati oltre 220mila i visitatori che hanno decretato il successo dell’edizione 2012 del Salone del Gusto, la manifestazione promossa da Slow Food che si è svolta a Torino la scorsa settimana.

Un successo all’interno del quale spicca l’eccellente risultato della presenza novarese, fortemente voluta dal Comune di Novara, che ha coordinato e realizzato lo stand caratterizzato dallo slogan "Taste your emotion".

"Grazie alla sinergia e alla collaborazione con soggetti pubblici e aziende private - ha commentato l’assessore al commercio e turismo Sara Paladini - abbiamo organizzato una partecipazione che non è casuale, ma deriva dalla condivisione della filosofia di Slowfood, 'buono sano pulito e giusto'".

Lo stand e del comune di Novara è stato uno dei più visitato. Oltre mille persone hanno assistito ai laboratori, alle degustazioni e ai dibattiti nei cinque giorni del salone. Oltre 37mila pezzi di promozione turistica e culturale di Novara e del suo territorio sono stati diffusi.

"Grazie alla continua collaborazione con l'Istituto alberghiero Ravizza - ha aggiunto l’assessore Paladini - tre chef si sono alternati, proponendo menù della tradizione e presentando al meglio l'enogastronomia novarese. I nostri prodotti hanno avuto un rilievo significativo anche sui media: prodotti dell’enogastronomia come gorgonzola, vino delle colline e riso, ma anche prodotti culturali e artistici come la cupola antoneliana, il Teatro Coccia, il Broletto".

Una grande vetrina, con momenti di vera e propria folla allo stand, come è accaduto, ad esempio, per la conferenza del prof. Giorgio Calabrese e del prof. Paolo Marzullo, incentrata sulla tipicità della produzione risicola novarese e delle proprietà salutistiche del riso, alimento fondamentale per la dieta.

"Ritengo che questa edizione del Salone del Gusto abbia messo in evidenza un duplice aspetto - ha commentato il presidente della Camera di Commercio di Novara Paolo Rovellotti - da un lato l’azione coesa delle istituzioni novaresi nel promuovere il nostro territorio, dall’altro il fatto che, pur in presenza di prodotti che godono di una maggiore notorietà dei nostri, contiamo su un patrimonio agroalimentare vincente e di assoluta qualità, che ha ottenuto grande successo nelle degustazioni, ricevendo il plauso di Oscar Farinetti, fondatore di Eataly, il quale si è intrattenuto presso lo stand novarese. L’agroalimentare è il futuro, un’autentica tutela del Made in Italy significa, infatti, posti di  lavoro, reddito per le famiglie e crescita per le imprese".

"Sicuramente un’esperienza da ripetere - ha aggiunto la presidente dell'Atl Maria Rosa Fagnoni - nella prossima edizione del 2014 visto il grande interesse che ha raccolto Novara e il territorio provinciale grazie alle eccellenze enogastronomiche presentate. Un’importante vetrina in vista di Expo 2015 che può promuovere l’autenticità dei prodotti novaresi attraverso percorsi turistici del gusto".

Tra le belle notizie di questa edizione "targata Novara", c’è quella della nascita del primo presidio Slow Food del territorio novarese, dedicato alla "Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fontaneto, schianto mortale: e' un anziano di Oleggio molto conosciuto la vittima dell'incidente

  • Novara, in manette per spaccio un "insospettabile": in casa droga e 14mila euro in contanti

  • Incidente a Novara, auto si ribalta in via Biroli: un ferito estratto dalle lamiere

  • Vaprio d'Agogna, strada provinciale chiusa: intervento degli artificieri

  • Palpeggia una bambina sulle scale del condominio: in manette 24enne di Novara

  • Visite dermatologiche gratuite all'ospedale Maggiore di Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento