Cronaca

Novara, arriva la Tares: ecco tutte le informazioni utili

Al via da gennaio 2013 la nuova tassa sui rifiuti e sui servizi comunali. Si pagherà in tre rate, le prime due sono già state definite. Ecco tutte le informazioni

A partire da gennaio 2013 è stata introdotta al posto della Tarsu la Tares, la nuova tassa sui rifiuti e sui servizi comunali.

Il nuovo tributo è gestito direttamente dai Comuni e si paga in più rate. A Novara l'amministrazione ha già stabilito le prime due scadenze: entro il 31 luglio si dovrà pagare il primo acconto, mentre il secondo dovrà essere versato entro il 30 settembre.

Ecco tutte le informazioni utili.

Che cos'è la Tares?
E' il nuovo tributo introdotto dal 1° gennaio 2013, che sostituisce la vecchia Tassa sui rifiuti ed è destinato alla copertura integrale dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati, nonchè dei costi relativi ai servizi comunali indivisibili (come ad esempio, illuminazione pubblica e manutenzione strade).

Chi paga la Tares?
Le stesse persone che pagavano la vecchia Tarsu, ovvero tutti coloro che possiedono, occupano o detengono locali, appartamenti e aree scoperte operative di attività economiche e produttive. Sono quindi soggetti alla Tares tutti gli immobili per cui si pagava la vecchia tassa sui rifiuti: sia le utenze domestiche sia quelle non domestiche.

Come si calcola la Tares?
La Tares si basa sia sulla dimensione degli immobili, sia sul numero di componenti delle famiglie che ci abitano, nonchè sulla base di coefficienti presuntivi e valori medi di produzione dei rifiuti, determinati con alcuni criteri statistici e diversi da famiglia a famiglia e tra le varie imprese. La tariffa è commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte, sulla base delle disposizioni di legge e di regolamento. Il gettito complessivo è finalizzato a coprire tutti i costi approvati sulla base del piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, tenuto conto degli obiettivi di miglioramento della produttività e della qualità dei servizi stessi. A questa cifra saranno poi aggiunti: 5% a titolo di Tributo ambienta a favore della Provincia di Novara; 0,30 euro a metro quadro della maggiorazione Tares per il finanziamento dei costi dei servizi indivisibili del Comune (che per l'anno 2013 andrà interamente versata allo Stato con il versamento a saldo).

Quanto si paga di Tares?
L'amministrazione novarese ha deciso di procedere al pagamento dell'acconto Tares in due rate, commisurate all'importo versato nell'anno 2012 a titolo di Tarsu ed addizionali comunali. Le scadenze delle due rate sono il 31 luglio per il primo acconto e il 30 settembre per il secondo. I versamenti da effettuarsi rappresentano l'acconto della Tares, determinato rispettivamente sulla base del 60% e del 20% di quanto versato nell'anno scorso con le tariffe in vigore per l'anno 2012, in attesa che vengano approvate dal Consiglio comunale le tariffe definitive per l'anno 2013. Nel mese di dicembre si dovrà poi versare il saldo/conguaglio di quanto dovuto complessivamente per l'anno 2013, dedotto quanto già pagato.

Come si paga la Tares?
Il Comune di Novara ha deciso di avvalersi, quale strumento di pagamento, del modello F24, che può essere utilizzato presso le banche, gli uffici postali, i concessionari della riscossione, pagando sia con denaro contante che con strumenti di pagamento elettronici o telematici, avvalendosi dei servizi di home-banking o remote-banking oppure dei servizi on-line messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate su www.agenziaentrate.it. Il Comune sta provvedendo ad inviare a domicilio gli avvisi di pagamento con i modelli F24 precompilati, sia per il versamento dell'acconto di luglio che per quello di settembre. E' comunque possibile pagare la tassa utilizzando il bollettino di conto corrente postale specifico, disponibile presso tutti gli uffici postali. 

Smarrimento avviso e modelli, segnalazione errori o variazioni.
Nel caso di mancata ricezione dell'avviso di pagamento, i contribuenti possono rivolgersi agli sportelli del Servizio Entrate in viale Manzoni 20 per avere la ristampa del modello di versamento, oppure scaricarlo dal sito di cartella unica previa autenticazione. Nel caso di variazioni o cessazione dell'occupazione relativa ai locali indicati nell'avviso di pagamento, presso gli sportelli del Servizio Entrate è possibile procedere alla denuncia e all'aggiornamento della nuova situazione e alla ristampa del modello di pagamento corretto.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, arriva la Tares: ecco tutte le informazioni utili

NovaraToday è in caricamento