Le "Terre del Boca" candidate per essere paesaggi rurali storici

Presentata la domanda per iscrivere l'area novarese in cui si produce l'omonimo vino Doc nel registro per le politiche agricole che ha come scopo conservare e gestire i paesaggi rurali di maggior pregio, valenza storica e culturale

E’ stato presentato il 27 aprile a Prato Sesia il progetto di candidatura delle "Terre del Boca" nel registro dei paesaggi rurali storici. Il registro, istituito presso il Ministero per le politiche agricole,  ha come scopo quello di conservare e gestire i paesaggi rurali di maggior pregio, valenza storica e culturale.

Le Terre del Boca comprendono cinque comuni dell’Alto Novarese - Boca, Cavallirio, Grignasco, Maggiora e Prato Sesia - che rappresentano il paesaggio legato alla coltivazione della vite, con tecniche tradizionali come la maggiorina, dalla quale nasce il vino rosso doc Boca.

"Un paesaggio di grande rilievo storico e culturale - ha sottolineato l’assessore regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero - con un forte valore economico e morale, da valorizzare anche sul piano turistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave incidente a Oleggio: auto precipita dalla statale

  • Trecate, donna di 37 anni trovata morta in casa: è omicidio

  • Novara, in corso della Vittoria apre un nuovo supermercato vicino a Esselunga

  • Novara, a Sant'Agabio nascerà un nuovo polo logistico con 400 posti di lavoro

  • Camion perde il carico sull'A26, auto bloccate con le gomme a terra e autostrada chiusa

  • Omicidio di Trecate: fermato il compagno che si difende: “Siamo stati aggrediti in casa”

Torna su
NovaraToday è in caricamento