rotate-mobile
Cronaca

Siccità, Ticino in pericolo: a rischio la flora e la fauna del fiume

La mancanza di scorte idriche nel Lago Maggiore ha portato il fiume ad essere più basso della media stagionale di oltre 80 cm, con gravi danni per l'ecosistema

Il Lago Maggiore è di ben 25 cm al di sotto dello zero idrometrico. Cosa significa? Significa che mancano circa 80 cm all'altezza media del lago nella stagione estiva: in pratica ci sono 160 miliardi di litri di acqua in meno quest'anno. Questo ovviamente provoca riperscussioni sul fiume Ticino che, in molte zone, è praticamente attraversabile a piedi

Il motivo è la scarsa piovosità, ma, soprattutto, i cambiamenti messi in atto negli ultimi anni per nella gestione delle acque del Lago Maggiore. Normalmente infatti l'altezza del lago, che viene regolata da un accordo tra Piemonte, Lombardia e Svizzera, dovrebbe essere di 150 cm superiore allo zero idrometrico in inverno e di un metro in estate. Per far fronte alla siccità di alcuni anni fa, nel 2010 è stata stabilita l'altezza costante di un metro e mezzo, estate e inverno, sopra lo zero, in modo che la portata del Ticino fosse sempre al di sopra di un certo livello. 

Nel 2014 però il livello è stato abbassato a 125 cm in estate: con l'innalzamente delle acque infatti le spiagge svizzere venivano "mangiate", con gravi danni al turismo. Questo però ha provocato un abbassamento anche del Ticino. 

"È un momento drammatico del nostro fiume - spiega Gian Pietro Beltrami, presidente del Parco del Ticino - Il corso d'acqua è pressoché attraversabile a piedi e la biodiversità è in grave pericolo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siccità, Ticino in pericolo: a rischio la flora e la fauna del fiume

NovaraToday è in caricamento