Coronavirus, tre casi probabili a Novara: famiglia in isolamento in ospedale

La notizia confermata dalla Regione. Si attende il responso definitivo del contro-test dell'Istituto Superiore di Sanità

La tenda pre triage al pronto soccorso

Tre sospetti casi di coronavirus a Novara.

La notizia ufficiale arriva dalla Regione Piemonte, che inviato un comunicato stampa a tutte le testate giornalistiche. Una famiglia del novarese, di Borgo Ticino, composta dai due genitori e il figlio di 6 anni, è da ieri sera precauzionalmente ricoverata all’ospedale di Novara, in attesa che l’Istituto superiore di Sanità convalidi o meno l’esito delle prime analisi che hanno dato risultato positivo al primo test sul “coronavirus covid19”, collocando i pazienti nella definizione di “caso probabile”.

Novara, tenda pre-triage al pronto soccorso

Al momento, tutti e tre non presentano particolari sintomi. Il papà ha dichiarato di aver avuto contatti con persone residenti nella “zona rossa” della Lombardia.

2020-02-27 17_00_50-Facebook-2
Il comunicato della Regione Piemonte

I tre sono ricoverati in isolamento in un'area dell'ospedale Maggiore: non ci sono reparti in isolamento e tutta la struttura sanitaria funziona regolarmente, compreso il pronto soccorso, a cui si accede tramite una tenda pre triage

Il sindaco: "Continuate la vostra vita normalmente"

“Ci sono tre casi probabili di persone contagiate nel novarese, sono risultati positivi al test, ma si attende la conferma dall’Istituto Superiore della Sanità - ha detto il sindaco Alessandro Canelli in una diretta Facebook - Stano tutti bene, sono sotto osservazione finchè non ci saranno i risultati definitivi. Non sono novaresi, ma di Borgo Ticino”.

“Colgo l’occasione per dirvi di non preoccuparvi, era una cosa che ovviamente ci aspettavamo perché mi sembra altamente improbabile che la diffusione non possa avvenire anche nel nostro territorio così come è successo nelle altre zone del nord. L’importante è che la dinamica non esploda, ma che rimanga contenuta e controllata. Questa sera andrò a Torino per discutere sull’eventuale rimodulazione delle misure di contenimento del virus che sono state prese negli ultimi quattro giorni. Decideremo quelli che sono i provvedimenti necessari”.

“Calma, tranquilli, continuate a svolgere le vostre attività e la vostra vita, ovviamente con tutte le regole comportamentali che stanno consentendo di arginare il fenomeno” ha concluso Canelli.

Niente panico: cosa fare in caso di sintomi

Se si presenti febbre, tosse o difficoltà respiratorie e si è viaggiato di recente in Cina, o se si è stati in stretto contatto con una persona ritornata dalla Cina o dalle zone lombarde in quarantena e affetta da malattia respiratoria, è necessario contattare il numero gratuito 1500, istituito dal Ministero della Salute, senza andare prima in ospedale o dal medico. 

Coronavirus: i test saranno eseguiti nel laboratorio di Novara

La Regione Piemonte ha istituito il numero verde 800192020, che è l'unico autorizzato a ricevere segnalazioni di cittadini che riscontrino sintomi influenzali o problemi respiratori. Per tutte le persone che abbiano il sospetto di aver contratto il virus restano comunque sempre valido il numero nazionale 1500. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • É morto Marco Tancini, il motociclista 32enne grave dopo un incidente

  • Le spiagge più belle del Lago Maggiore e del Lago di Mergozzo - Aggiornato 2020

  • Si schianta con la moto contro un’auto: novarese gravissimo in ospedale

  • Borgomanero, apre il nuovo supermercato Aldi

  • Autostrada A4: si sente male in auto e muore

  • Morto all'ospedale Maggiore il motociclista di 29 anni ferito nell'incidente a Suno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento