Troppo caldo negli uffici: protestano i dipendenti del Tribunale di Novara

Presentato un esposto in Procura. Il sindacato: "Cose da Paese sottosviluppato"

Foto di repertorio

Negli uffici del Tribunale fa troppo caldo e i dipendenti scendono in cortile per protestare. E' successo ieri, lunedì 1° luglio, a Novara.

"Abbiamo presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Novara - ha spiegato Massimo Battaglia, segretario generale di Consal Unsa, prima sigla sindacale del dipartimento di giustizia - per denunciare le condizioni in cui sono costretti a lavorare i dipendenti del Tribunale, a causa di un guasto agli impianti di climatizzazione. Siamo coscienti che si tratta di un’azione drastica ma non potevamo far finta di nulla, visto che la situazione si trascina da 10 giorni e dato che, purtroppo, non è la prima volta che si verificano episodi di questo genere". 

"L’esposto - ha aggiunto Battaglia - arriva dopo le numerose sollecitazioni di questi giorni. Venerdì avevamo ricevuto rassicurazioni dal presidente del Tribunale e invece non è accaduto nulla".

Così, lunedì mattina, Costantino Squeo e Maria Carmela Levari, segretario regionale e provinciale del sindacato, hanno chiesto l’intervento immediato dell’Asl: "Di fronte ai 35 gradi e al 60% di umidità certificati dagli addetti dello Spresal, ci siamo visti costretti a scendere in cortile perché negli uffici mancava l’aria - ha spiegato il segretario regionale Costantino Squeo -. Nei giorni scorsi abbiamo lavorato senza sosta ma ora la situazione è diventata insostenibile. La tutela della salute del lavoratore è un principio imprescindibile". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chiediamo che la situazione si risolva al più presto, anche perché si tratta di un problema annoso. Ogni volta che fa caldo è la stessa storia e non solo a Novara. Cose di questo genere nemmeno in un Paese sottosviluppato. Noi abbiamo denunciato, ora il Ministero si assuma le proprie responsabilità", concludono Battaglia e Squeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le migliori gelaterie di Novara

  • Incidente sulla Torino-Milano, schianto tra un tir e un furgone: un morto e un ferito grave

  • Verbania, ragazzina di 12 anni in coma etilico: chiuso uno dei bar in cui ha bevuto

  • Cerano, furto milionario nell'azienda farmaceutica

  • Coronavirus, +37 positivi in Piemonte nelle ultime 24 ore: un nuovo ricovero a Novara

  • Incidente sull'A26: auto in fiamme in galleria, chiuso il tratto tra Arona e Carpugnino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento