menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa del "finto marinaio": otto persone in manette, avevano agito anche a Novara

Un marinaio finlandese, con l'aiuto di un falso dipendente delle poste e di un sedicente orefice, truffavano gli anziani

Diceva di essere un marinaio finlandese, disposto a vendere sottoprezzo gioielli preziosi pur di riuscire a tornare a casa, ma era una truffa.

La squadra mobile di Lodi ha arrestato otto persone che avevano messo a segno diversi colpi, 11 quelli accertati, tra Piemonte, Liguria e Lombardia. Tra le vittime anche alcuni anziani novaresi, che avevano creduto in buona fede alla storia.

Uno dei truffatori infatti si presentava, spesso nelle zone di mercato, come un marinaio finlandese: l'uomo, un po' in inglese e un po' in spagnolo, chiedeva aiuto ad un malcapitato, quasi sempre anziano, dicendo di aver bisogno di soldi per tornare a casa. A quel punto spuntava un uomo che diceva di essere dipendente delle poste, faceva da interprete e si diceva anche pronto ad aiutare il marinaio, comprando da lui alcuni gioielli di famiglia. Il dipendente delle poste andava quindi a chiamare un orefice, ovviamente un complice, che confermava il grande valore della merce, che però il marinaio "svendeva" a 12mila euro: il falso dipendente delle poste dava al marinaio una busta con 10mila euro falsi, convincendo la vittima a mettere il resto. I tre poi si dileguavano, lasciando il truffato con un po' di bigiotteria in mano.

Otto persone sono state identificate dalla polizia: tra i reati a loro carico anche quello dell'associazione a delinquere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, a Novara apre un nuovo centro vaccinale

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Coronavirus, in Piemonte oltre 22mila nuovi vaccinati

  • Incidenti stradali

    Schianto tra due auto tra Oleggio e Lonate, quattro feriti

  • Cronaca

    Coronavirus, morto medico di famiglia di Novara

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento