menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Siamo dell'acquedotto, l'oro che ha in casa interferisce con le apparecchiature"

É successo a Cameriano. Vittima del raggiro un'80enne, a cui sono stati sottratti diversi gioielli

Due uomini si sono presentati alla porta di un'80enne di Cameriano spacciandosi per tecnici dell'acquedotto.

La scusa per entrare in casa era un controllo delle tubature: avrebbero dovuto rilevare la quantità di piombo presente. Dopo aver convinto la donna a farli entrare, i due hanno tirato fuori delle finte apparecchiature che sarebbero servite per i controlli. L'anziana però avrebbe dovuto mettere insieme tutto l'oro che aveva in casa e lasciarlo in una stanza: avrebbe potuto fare interferenza con i macchinari.

Così la signora, diligentemente, ha raccolto tutti i gioielli, salvo poi accorgersi che mentre uno dei due la distraeva l'altro stava sottraendo i preziosi. Inutili le urla: i due si sono dileguati in pochi secondi, facendo perdere le proprie tracce. 

Sulla vicenda indagano i carabinieri. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento