Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Gozzano, truffa dell'orologio rotto: arrestata una donna

La truffatrice, L.O. 43 anni e residente a Vercelli, è stata arrestata nella mattina di oggi, mercoledì 3 aprile. L'accusa nei suoi confronti è quella di estorsione

Ancora un anziano raggirato e derubato, questa volta con la truffa dell'orologio rotto. L'autrice della frode, però, è finita in manette.

L'episodio risale allo scorso 12 marzo: la donna, L.O. 43 anni e già nota alle forze dell'ordine, mentre si trovava a Gozzano, in frazione Bugnate, ha attirato l'attenzione di un automobilista 70enne dicendogli che l'aveva urtata al bracco, facendole male e provocando la rottura del suo orologio.

L’uomo è andato in confusione, mentre la donna continuava a ripetere che se non gli avesse risarcito il danno (con 1200 euro) avrebbe chiamato vigili e carabinieri facendogli ritirare la patente di guida. Purtroppo il timore di avere dei problemi ha convinto l’uomo a recarsi presso un vicino bancomat, a prelevare 200 euro e a consegnare il denaro alla truffatrice, che si è immediatamente dileguata.

La donna viaggiava a bordo di una Golf, come  descritto dal pensionato, e gli accertamenti successivi dei carabinieri hanno permesso  di identificare con certezza la truffatrice, poi riconosciuta vittima stessa.

Così, nella mattinata di oggi, mercoledì 3 aprile, la donna, residente a Vercelli, è stata arrestata dai militari per il reato di estorsione (la truffa si era tramutata in estorsione, in ragione delle minacce rivolte all’anziano e che lo hanno indotto a prelevare e consegnarle il denaro), in esecuzione di un provvedimento della Procura della Repubblica di Novara, e condotta presso la sezione femminile del Carcere di Vercelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gozzano, truffa dell'orologio rotto: arrestata una donna

NovaraToday è in caricamento