Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

"Ha vinto alla lotteria, deve versare le tasse": denunciato un 21enne residente a Novara per truffa

La richiesta di denaro per poter ritirare il premio di 20mila euro

Foto di repertorio

"Ha vinto alla lotteria: prima di riscuotere il premio deve versare le tasse". É questa la truffa messa in atto da due cittadini pakistani di 21 e 41 anni, uno residente a Novara e l'altro a Lecce, nei confronti di un cittadino indiano residente a Roccabianca, in provincia di Parma.

La vicenda ha avuto inizio quando il 39enne di origine indiana, residente a Roccabianca, si è presentato al comando dei carabinieri per sporgere denuncia di truffa. Nel dettagliato racconto ha spiegato che, nell'agosto 2019, ha ricevuto da un numero di telefono inglese una chiamata con la quale l’interlocutore, parlando indiano, gli annunciava di essere il vincitore della somma di venti mila euro di una lotteria istantanea. L’uomo, felicissimo per l’ingente somma vinta, ha chiesto come poter riscuotere il premio. Lo sconosciuto interlocutore, per rendere ancora più credibile il fortunato evento, gli diceva che per entrarne in possesso doveva versare le tasse previste. Il 39enne ha subito ricaricato una postpay con 650 euro. Poche ore dopo ha ricevuto una ulteriore telefonata, questa volta da un cellulare, con cui veniva informato che la cifra era giunta in Italia e che doveva effettuare un ulteriore pagamento di 950 euro per ottemperare alle tasse regionali. L’uomo ha quindi effettuato una ricarica ad una differente carta. Successivamente ha ricevuto svariate telefonate con cui, con le scuse più diversificate, gli interlocutori chiedevano il pagamento di ulteriori oboli per riscuotere la vincita. A quel punto ha capito di essere stato truffato e ha sporto denuncia.

I due uomini responsabili sono stati individuati grazie al numero delle carte ricaricate e sono stati denunciati per truffa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha vinto alla lotteria, deve versare le tasse": denunciato un 21enne residente a Novara per truffa

NovaraToday è in caricamento